Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Intervista con Stan Sakai

By   /   11 Febbraio 2011  /   Commenti disabilitati su Intervista con Stan Sakai

Finalmente vi proponiamo la versione tradotta in Italiano dell’intervista precedente apparsa su Italnews in Inglese.

Stan Sakai, vincitore dell’Eisner Award, e creatore della serie a fumetti Usagi Yojimbo.
Protagonista di questa serie è Miyamoto Usagi, un coniglio samurai che vive le sue avventure nel Giappone del tardo sedicesimo ed inizio diciassettesimo secolo.
Pubblicato per la prima volta nel 1984, la serie è ancora in corso.
Stan, è un onore per me intervistarti.

Quando è iniziata la tua passione per i fumetti e quali sono stata le tue fonti di ispirazione?
SS-
Sono cresciuto leggendo fumetti. Quando ero piccolo tutti li leggevano, questo nei primi anni ’60. Quando li compravamo ce li scambiavamo e prestavamo tra di noi. Dopo poco ho capito che il fumetto sarebbe stato il mio mestiere.
 

Nella tua serie Usagi Yojimbo hai fuso insieme due stili grafici: manga e fumetto americano. Come ci sei riuscito?
SS-
Sono cresciuto alle Hawaii, che è una parte degli U.S.A. dove vivevano molti Giapponesi. Così sono entrato in contatto sia  con i Manga che con i fumetti americani e sono stato influenzato da entrambi.
 

Il 2011 segna l’anniversario per i 25 anni di Usagi Yojimbo.              Un grande traguardo raggiunto. Come ti senti?
SS-
Veramente l’anniversario di Usagi Yojimbo era il 2009 (Ndr. DHO!) Uno degli eventi di quell’anno era scrivere e disegnare Yokai. Una graphic novel originale totalmente colorata con gli acquarelli. Ho colorato anche altre storie, ma questo è stato il mio progetto a colori più ambizioso.

 Una delle migliori Graphic Novel dell’anno è Yokai.
La bellezza di questo volume è data dal fatto che è interamente a colori.
C’è la possibilità di vedere altre storie di Usagi Yojimbo tutte a colori?
SS-
Mi piacerebbe realizzare altre storie a colori, ma il problema è che per realizzarle ci impiegherei tre volte il tempo che ci vuole per una storia normale.

 È in programma un tuo tour italiano?
SS-
Viaggio in Europa circa due volte l’anno, ma non sono mai stato in Italia. Mi piace viaggiare.
Nel 2010 sono stato in Germania, Austria, Canada e Croazia oltre a varie città degli USA.

 C’è qualche artista italiano che ha ispirato il tuo stile?
SS-
Adoro i lavori di Milo Manara specialmente i primi in B\N, il mio amico Sergio Aragones (Ndr. artista iberico, autore di Groo) mi diede vari volumi di Manara e rimasi estasiato dal suo tratto.

 In Italia Usagi Yojimbo viene pubblicato da una piccola casa editrice (Bottero edizioni).
L’ultimo volume pubblicato è stato Grasscutter vol.1 nel 2008.
Siamo leggermente in ritardo, ci puoi raccontare cosa sta succedendo nel mondo di Usagi?
SS-
Fino ad ora, ho realizzato più di 5000 pagine di  storie di Usagi, Grasscutter è stato pubblicato negli USA nel 99 ed ha vinto un Eisner Award (Will ha  anche scritto l’introduzione del volume U.S.A.). Successivamente c’è stato un seguito di Grasscutter, altre avventure con Gen ed altri vecchi amici, oltre all’incontro di nuovi amici e nemici. Tomoe ci racconta come è entrata al servizio di Lord Noriyuki  e facciamo la conoscenza di sua sorella. Usagi ha viaggiato per un po’ con suo figlio Jotaro ed abbiamo conosciuto le origini di Jei il demone. Il volume 25 di Usagi Yojimbo intitolato “Fox hunt” è in uscita per luglio negli U.S.A.

 

 Grazie Stan, spero di vederti presto in Italia per offrirti un piatto di spaghetti.

 Per la traduzione un grazie a Daniele per l’aiuto.

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Toomics e Prankster Comics insieme

Read More →