Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Arte  >  Current Article

Tributo del MAXXI a Pier Luigi Nervi

By   /   7 Febbraio 2011  /   Commenti disabilitati su Tributo del MAXXI a Pier Luigi Nervi

La sezione Architettura del Museo nazionale delle arti del XXI secolo, dopo aver ospitato la mostra dedicata a Luigi Moretti, dedica ora un importante tributo a Pier Luigi Nervi, uno dei più grandi talenti italiani in campo architettonico.

La mostra “Pier Luigi Nervi. Architettura come Sfida.  Roma: ingegno e costruzione”, curata da Carlo Olmo (storico dell’Architettura) è un’esposizione itinerante a livello internazionale che subisce di volta in volta modifiche in base ai luoghi di presentazione. Già a Bruxelles e Venezia, dopo Roma, dove resterà aperta al pubblico sino al 20 marzo, farà tappa a Torino e di seguito in altre capitali d’Europa e d’America.

L’approfondimento tematico in occasione dell’esposizione romana, incentrato sulle opere di Nervi per le Olimpiadi del 1960, di cui si è recentemente celebrato il cinquantesimo anniversario, è stato invece curato da Sergio Poretti e Tullia Iori (docenti dell’Università di Tor Vergata).

Pier Luigi Nervi, grande ingegnere ed architetto, progettista strutturale, inventore  e costruttore (Sondrio 1891 – Roma 1979), fu in realtà anche scrittore e docente universitario. Divenne famoso per il suo innovativo utilizzo del cemento armato e dei prefabbricati, in un percorso di ricerca che lo accompagnò in tutta la sua prestigiosa e lunga carriera.

Le sue realizzazioni pubbliche, spesso di dimensioni monumentali, sono presenti in tutto il mondo e una citazione delle principali opere risulterebbe forzatamente riduttiva. Ci limitiamo in questa sede a ricordare almeno l’Aula delle Udienze Pontificie in Vaticano, l’Ambasciata d’Italia a Brasilia, la Sede dell’Unesco a Parigi, le tribune delle stadio comunale di Firenze, il grattacielo Pirelli a Milano, il grattacielo Victoria Square a Montréal e la stazione degli autobus del ponte George Washington a New York.

Ma tornando alla mostra del Maxxi, l’attenzione è focalizzata sulle grandi opere eseguite nella capitale dal Maestro in occasione dell’evento olimpico: il Palazzetto dello Sport al Flaminio, il Palazzo dello Sport all’Eur, lo Stadio Flamino (progettato con il figlio Antonio) e un’importante opera viaria come il viadotto di Corso Francia

Proprio queste ed altre opere di Nervi sono protagoniste della mostra romana. Nella circostanza sono esposti disegni progettuali e foto d’epoca, documenti originali di alcuni dei 40 brevetti depositati da Nervi (tra cui quello del ferrocemento e della fabbricazione strutturale), nonchè alcune videointerviste e il film sul suo metodo insegnamento realizzato da Folco Quilici.

Lo spazio espositivo del Maxxi è reso ulteriormente  suggestivo dalla scenografia delle famose coperture nerviane proiettate verso l’alto su cinque cupole virtuali che ricalcano le forme geometriche di un caleidoscopio. Il pubblico, già prima dell’ingresso, al museo ha la possibilità di ammirare sul piazzale antistante nientemeno che una imbarcazione realizzata da Nervi, che presenta la particolarità di avere lo scafo in ferrocemento dallo spessore di solo un centimetro e mezzo.

L’iniziativa, nell’intento dei curatori, ha inteso valorizzare anche i materiali inediti conservati nelle collezioni del Maxxi Architettura che hanno contribuito in modo determinante a testimoniare l’arte di Pier Luigi Nervi e la genialità delle sue invenzioni strutturali dall’elevata qualità estetica, pur nella semplicità ed economicità di realizzazione. La sua creatività  risulta inoltre felicemente accolta e ben inserita nel museo creato da un’altra archistar del cemento armato come Zaha Hadid, che tanto si è ispirata nei suoi lavori all’ingegnere di Sondrio.

Assolutamente dovuto il tributo del Maxxi a Pier Luigi Nervi, definito dallo storico dell’Architettura Nikolaus Pevsner come il più geniale modellatore di cemento armato della nostra epoca”. È grazie alle sue opere straordinarie, come quelle approfondite nell’esposizione capitolina, che  Nervi è considerato un’indiscussa icona della creatività del Made in Italy.
 
di Aurora Portesio

Pier Luigi Nervi. Architettura come Sfida. Roma: Ingegno e costruzione
a cura di Carlo Olmo (approfondimento sulle opere romane curato da Sergio Poretti e Tullia Iori)
dal 14 dicembre 2010 al 20 marzo 2011
Maxxi, Via Guido Reni 4A, Roma
Orari: martedì, mercoledì, venerdì e domenica ore 11-19, giovedì e sabato ore 11-22.

    Print       Email

You might also like...

Conoscere e contrastare il Jihadismo

Read More →