Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Il Milan si tiene il primato

By   /   23 gennaio 2011  /   1 Comment

Un Milan rattoppato sbriga la pratica Cesena e continua la sua corsa solitaria in vetta. Senza Pato, tenuto in panchina, Gattuso, infortunatosi nel riscaldamento, e Nesta, alle prese dopo pochi minuti con un problema alla spalla, Allegri schiera Thiago Silva a centrocampo con Yepes al centro della difesa. In mediana trova spazio il giovane Merkel, davanti il trio Robinho, Ibra, Cassano.

Il Cesena nel primo tempo gioca bene, pressa, corre, ma manca di peso in avanti. L’assenza dello squalificato Giaccherini si fa sentire. I bianconeri non soffrono l’emozione al cospetto della prima della classe. Serve un’autorete di Pellegrino sul finire del primo tempo per rompere l’equilibrio. La ripresa invece vede i rossoneri in controllo della partita. Robinho divora più volte il raddoppio nel finale di partita, al 92′ Ibra mette la firma sul 2 a 0. Tre punti necessari per rispedire al mittente le accuse di crisi. Non è ancora il Milan dei giorni belli, ma l’infermeria affollata non aiuta i rossoneri.

L’Inter interrompe la propria serie di vittorie perdendo per 3 a 1 al Friuli contro l’Udinese. In vantaggio con Stankovic i nerazzurri si fanno recuperare e superare da Zapata, Di Natale e Domizzi. Una sconfitta fisiologica dopo un filotto di vittorie. L’Udinese si mostra squadra in salute, veloce e imprevedibile. Gennaio era da sempre il mese maledetto di Guidolin, questo 2011 ha però smentito la tendenza. I nerazzurri restano a 9 punti, con una gara da recuperare. L’assenza di Milito pesa, anche per la mancanza di alternative. Senza il Principe il peso dell’attacco è tutto sulle spalle di Eto’o.

Non finisce di stupire il Napoli. Contro il Bari arriva un’altra vittoria netta, frutto della premiata ditta Lavezzi-Cavani. Da segnalare il primo gol dell’argentino realizzato con un colpo di tacco di pregevole fattura. La squadra di Mazzarri è la vera anti-Milan, distanziata di 4 punti e ancora in corsa su 3 fronti.

Finisce 0 a 0 la sfida tra Samp e Juventus. Del Neri torna al Ferraris dopo l’impresa dello scorso anno, ma non riesce a far festa. Alle prese con l’emergenza deve accontentarsi di un punto. La partita non regala grandi occasioni, pochi i tiri in porta e le occasioni. Al momento la Juventus patisce la scarsità in attacco. Solo Del Piero riesce a creare qualcosa, Amauri invece sembra essere allergico al gol.

La vittoria della Roma assume un valore importante perché riporta tranquillità nell’ambiente e riavvicina i giallorossi alla vetta. Bovo regala tre punti al Palermo con una punizione perfetta. Continua il momento no della Lazio. A Bologna i biancocelesti rimediano una sconfitta netta. Il nervosismo palesato da alcuni giocatori (Zarate) può essere un pericoloso campanello d’allarme per la truppa di Reja. Serve tornare a fare punti per confermare quanto di buono fatto nel girone d’andata.

In coda il Lecce torna da Firenze con un buon punto. In vantaggio con Di Michele i salentini si fanno recuperare da Gilardino. Per i viola una gara al di sotto delle aspettative, giocata male e recuperata grazie al fiuto del gol del suo attaccante principe. Vince il Parma contro il Catania del neotecnico Simeone. Chievo e Genoa decidono di non farsi male e dividono la posta in palio. Il Genoa ha il merito di provarci maggiormente ma il Chievo, seppur in dieci, riesce a portare a casa un pari prezioso.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Ajax logo

L’Ajax dei giovani pronto alla nuova stagione

Read More →