Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Il salotto dello sport  >  Current Article

Una storia a lieto fine

By   /   20 gennaio 2011  /   Commenti disabilitati

A volte è un piacere raccontare una storia che finisce bene, così che quando ho avuto questa notizia sono stata felice di poterla scrivere.

La storia inizia così, una giovanissima ragazza di tredici anni, con una voglia infinita di vivere, un giorno si svegliò e si ritrovò con la gamba sinistra tutta rossa e fredda, dopo una partita di hockey su prato in cui aveva riportato un piccolo infortunio. Portata in ospedale dai genitori, alla ragazza olandese fu diagnosticata una paralisi irreversibile e fu sottoposta a un’operazione.
 
Cominciò così il calvario per la giovanissima Monique Van der Vorst e la sua famiglia, i medici avevano sbagliato l’intervento. Tentarono tutto il possibile per farla tornare a camminare, e, lei, nonostante una lunga serie di consulti e visite con vari specialisti, era rimasta paralizzata inizialmente alla gamba sinistra e dopo un anno anche a quella destra.

Dopo un lungo periodo di depressione causato dall’accaduto, a far riprendere la ragazza è stato lo sport e in particolare l’handcycle, una sorta di bicicletta in cui si pedala con le mani. Monique si appassionò molto, tanto da arrivare a vincere due medaglie d’argento nella prova a cronometro individuale di handcycle ai Giochi Olimpici di Pechino e l’oro ai Mondiali 2009 per paralimpici.

L’anno scorso la Van der Vorst si è dedicata alla preparazione per Londra 2012, il suo obiettivo era tramutare l’argento in oro, ma due incidenti hanno cambiato di nuovo la sua vita. A marzo si era scontrata con una compagna in allenamento, l’impatto l’ha fatta cadere dal suo veicolo e da allora ha cominciato a sentire “del formicolio alle gambe”. Il secondo incidente è successo a giugno; mentre si allenava su strada, è stata investita da un’auto. Le fu diagnosticato un danno al midollo spinale, ma il formicolio alle gambe era aumentato. La cosa straordinaria era un’altra, in quei giorni ha cominciato a sentire le sue gambe!

I risultati delle visite mediche cui è stata sottoposta dopo il secondo incidente hanno lasciato di nuovo i medici senza parole, in ogni caso dopo un lungo e duro periodo di riabilitazione la bellissima ragazza bionda ha ricominciato a muovere le gambe. Inizialmente, per Monique fu uno choc, talmente forte che sul momento le è stato duro abbandonare la possibilità di competere ai Giochi Paralimpici.

Ora Monique ha ripreso a camminare, ha riacquistato l’uso delle gambe dopo tredici anni di handicap e senza alcuna spiegazione scientifica.

La bellissima storia si concluderà il 20 marzo 2011, quando l’olandese si presenterà a Roma per correre, stavolta con le sue gambe, e sarà la prima volta in assoluto per lei. Non potrà affrontare la distanza della maratona, obiettivo che si è posta per il futuro, ma parteciperà alla prova non competitiva dei 4 chilometri, la “RomaFun-La Stracittadina” che vedrà la partecipazione di oltre 85.000 persone e Monique sarà tra loro.

di Armida Tondo

abcnews.go.com

    Print       Email

You might also like...

PedroFedericoeZanardi

Alex Zanardi e l’Associazione Bimbingamba

Read More →