Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

La strana storia di Giuseppe Rossi…

By   /   8 Gennaio 2011  /   Commenti disabilitati su La strana storia di Giuseppe Rossi…

Non ancora ventiquattrenne Giuseppe Rossi è considerato da mezza Europa uno dei talenti più interessanti del calcio moderno; le sue doti fisiche lo costringono a giocare il più delle volte come seconda punta, un rifinitore con una spiccata visione della porta, senza dubbio maggiore rispetto ai suoi colleghi. Quando è stato impiegato come prima punta non ha sfigurato, tutto ciò lo rende un attaccante completo che può spaziare su tutto il fronte offensivo.

In Italia ha giocato solo nel Parma, prima nelle giovanili (vincendo uno scudetto nella categoria “allievi”) poi in prestito in prima squadra dopo aver passato una stagione e mezza in Inghilterra tra Man Utd e Newcastle. Dopo la parentesi ducale, nel 2007, il giovane italo-americano è andato a giocare nella Liga, più precisamente nel Villarreal.

Il primo anno in Spagna non verrà ricordato negli annali, ma nonostante i vari infortuni “Pep”, come lo chiamano in terra iberica, segna tredici reti e contribuisce allo storico secondo posto del “Sottomarino giallo”. Gli anni che seguono vedono una crescita del giocatore, ottime prestazioni condite da gol “pesanti”.

In ogni sessione di calciomercato il nome di Giuseppe Rossi viene accostato a qualche squadra italiana, il ragazzo da parte sua non sembra contrario al “rimpatrio”, ma per mille motivi nessuna grande ha intavolato una seria trattativa con i “gialli”, e neanche le “medie” di turno interessate,vedi Fiorentina, Samp, Genoa e Napoli, hanno formulato un’offerta degna di considerazione.

C’è da chiedersi il motivo… un calciatore italiano, valutato 20 milioni di euro, non torna in Italia; la volontà del ragazzo c’è, i denari non mancano. Ma intanto l’Inter avrebbe speso la stessa cifra per il “non giovanissimo”, per usare un eufemismo, Diego Forlan; la Juventus compra Toni, e voleva acquistare il cartellino di Edin Dzeko; il Milan colleziona le figurine delle mezze punte, prima Dinho, poi Beckham, poi Robinho, poi Cassano, poi chissà quanti altri nomi… e Giuseppe Rossi è ancora lì ad incantare un pubblico, quando un altro, molto più gradito, lo attende.

Intanto come nel suo stile, in silenzio, ieri “Pep” è entrato nella storia del club iberico segnando la rete numero 61 in maglia gialla, superando così il miglior marcatore di sempre, Diego Forlan.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

Gran Premio di Abu Dhabi

Read More →