Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Intervista ad Aurelio Mazzara

By   /   29 Dicembre 2010  /   Commenti disabilitati su Intervista ad Aurelio Mazzara

Aurelio Mazzara, giovane autore di fumetti, ci racconta come è nata la sua passione  per il fumetto e ci fa delle anticipazioni sui progetti che lo vedono protagonista.

Aurelio raccontaci di come è iniziata la tua passione per il fumetto?

Ciao Renato, intanto grazie mille per l’intervista 🙂
Per quanto riguarda la mia passione per il fumetto, posso dirti che e’ un qualcosa che devo in maniera indiretta a mio padre.
Fu  proprio lui ad iniziarmi a questa passione, ripeto in maniera indiretta, in quanto mio papà non e’ un lettore di fumetti (legge solo i miei, credo) ma ricordo chiaramente il giorno in cui mi comprò un numero dell’Uomo Ragno; da allora la mia passione si è intensificata, e col tempo e’ diventata un lavoro, anche perché ho sempre amato disegnare fin dalla più tenera eta’.

Quali sono stati i tuoi autori di riferimento?

Erik Larsen, Steve Ditko, Jack kirby, Jim Lee, Cory Walker, Ryan Ottley, Todd Mc Farlane, Giuseppe Camuncoli, Go Nagai, questi sono gli autori principali, ma sono sicuro di averne dimenticato qualcuno…

Osservando i tuoi lavori, non posso non notare la somiglianza del tuo stile con quello di due grandissimi autori: Ryan Ottley e Stuart Immonen. Confessa anche tu sei un loro fans!

Ecco, dimenticavo Immonen, che insieme a Ryan Ottley e’ stato fondamentale nella sintetizzazione delle figure, li adoro entrambi, e mi fa piacere saper che, anche se in piccola parte,
dalle mie tavole trapeli un minimo della loro grandiosità 🙂

Il progetto Defenders of Europe, come procede? Cosa ci puoi
anticipare di questa nuova serie della Emmetre?

Posso dire con certezza che si tratta di un progetto in continua evoluzione, e che insieme a Fabrizio (Ndr mente creativa della Emmetre) e Chiara (Ndr deus ex della Emmetre) stiamo cercando di creare un prodotto divertente ed originale, e per quanto mi riguarda sto cercando di evolvermi dal punto di vista tecnico, orientandomi verso uno stile leggermente più realistico ed  espressivo, e’ un progetto al quale teniamo  tantissimo e vogliamo dare il massimo. Sono sicuro che non rimarrete delusi.

Sul tuo blog ci sono molte tavole di prova per la Marvel e la DC.
Facciamo un regalo al pubblico degli aspiranti disegnatori e spieghiamo quali sono le “mosse” da compiere per essere visionati da questi big del fumetto Americano.

Per prima cosa, tenersi informati sulle fiere italiane, in particolar modo Mantova comics (a meno che non preferiate recarvi direttamente negli States) e sugli ospiti invitati a tali eventi, in modo da sapere con esattezza quale editor sarà presente e preparare qualche tavola o illustrazione espressamente per lui.
Realizzare 5/6 tavole con i personaggi pubblicati dalla casa editrice della quale l’editor fa parte.
Ma soprattutto avere tantissima pazienza, a volte le attese per incontrare gli editor sono estenuanti e spesso vengono fatte delle selezioni dei portfolio, quindi non tutti riescono a far visionare i propri lavori.
Ciò non toglie la possibilità di incontrarlo al di fuori della sala colloqui per  chiedergli dei consigli.

Oltre alla serie dei Defenders quali altri progetti stai portando
avanti?

Al momento, a parte i defenders, sto portando avanti un progetto per l’America con la King Comics sul personaggio creato da Gabriel Dill intitolato Bluejaye, con i testi di Mattia Bulgarelli: presto inizierò il quarto episodio di Capitan Novara vs  Aronauta, inoltre sono a lavoro da un po’ di tempo su un progetto americano, del quale spero presto di poter dire di più.

In chiusura un saluto per i lettori di Italnews.

Saluto tutti i lettori di Italnews, augurando un grosso in bocca al lupo a tutti gli aspiranti disegnatori, e ringrazio tantissimo te Renato per la splendida intervista.

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Mask’d: the divine children

Read More →