Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

Si è svolto in Cina il consiglio direttivo dell’International Paralympic Committee

By   /   26 dicembre 2010  /   Commenti disabilitati

Nella città di Guangzhou, Cina, si è svolto l’incontro dell’International Paralympic Committee (IPC) del consiglio di amministrazione, conordine del giorno una lista di elementi da discutere e approvare del Piano Strategico, per il periodo 2010-2014 e il budget per il 2011.

Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) è l’organo di governo globale del movimento paralimpico. L’IPC organizza la Summer e Winter Giochi Paralimpici, e serve come la Federazione Internazionale per nove sport, per il quale sovrintende e coordina i Campionati del Mondo e altre competizioni. L’IPC è impegnata a consentire agli atleti Paralimpici di raggiungere l’eccellenza sportiva e allo sviluppo di opportunità di sport per tutte le persone con disabilità dal principiante al livello elite. Inoltre, l’IPC si propone di promuovere i valori paraolimpici, che comprendono il coraggio, la determinazione, l’ispirazione e l’uguaglianza.

Fondata il 22 settembre 1989, l’IPC è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro formata e gestita da 167 Comitati Paralimpici Nazionali (NPC) provenienti da cinque regioni e di quattro specifici per le federazioni sportive internazionali dei disabili. La sede IPC e il suo team di gestione si trova a Bonn, in Germania.

La commissione è stata chiamata a decidere quale sport dovrebbe essere incluso nel programma per il Rio 2016 Giochi Paralimpici. Sette nuovi sport, oltre ai venti sportivi che compongono il programma esistente, sono in lizza per i posti nel programma del 2016.
 
Il presidente dell’IPC, Sir Philip Craven ha dichiarato: “Il Consiglio di amministrazione ha preso serie d’importanti decisioni durante l’incontro, come l’approvazione del nuovo Piano Strategico e del Rio 2016 Sport Programme, entrambi avranno una grande influenza sulla direzione del movimento paralimpico per gli anni a venire. Sono felice che questi due sport, la canoa e triathlon, siano stati ammessi alle Paralimpiadi di Rio – ha dichiarato il Presidente dell’IPC – nei prossimi anni lavoreremo per garantire una comoda transizione nel programma sportivo del 2016. Per quanto riguarda le discipline non ammesse ai Giochi di Rio – ha aggiunto il numero uno dell’IPC – ci incontreremo nei mesi prossimi con le singole Federazioni per capire il perché di tal esclusione e per pianificare obiettivi futuri che le permettano, di entrare a far parte del programma paralimpico”.

di Armida Tondo

    Print       Email

You might also like...

atleticafispes

A Rieti le gare valide per i Campionati Italiani di Società FISPES

Read More →