Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Basket in carrozzina. Crisi economica per Taranto. Coah Fisher:”Non abbiamo neanche i soldi per mangiare”

By   /   15 Dicembre 2010  /   Commenti disabilitati su Basket in carrozzina. Crisi economica per Taranto. Coah Fisher:”Non abbiamo neanche i soldi per mangiare”

Coah Clifford Fisher del Dream Team Taranto, squadra partecipante al campionato di A1 di basket in carrozzina, ha lanciato, in questi giorni, un disperato appello ai cittadini tarantini tramite la sua pagina di facebook: “Tarantini dove siete? Abbiamo bisogno del vostro aiuto, aiutate la squadra del Dream Team. Manchiamo di cibo, di biglietti aerei per tornare a casa (un giocatore in Iran e uno in Svezia). Abbiamo bisogno di soldi! Chiunque ci possa aiutare, chiami il numero: 3451512928″.

In un intervista rilasciata al sito blunote.it il tecnico della formazione pugliese ha raccontato gli ultimi drammatici giorni vissuti dai suoi giocatori:”Siamo nell’assoluta miseria. La mamma di uno dei miei ragazzi, Dimitri Tanghe, ci ha inviato 200 euro e con quelli abbiamo potuto comprare da mangiare. Non abbiamo neppure la forza di piangere. Mai vissuta una situazione così umiliante e disperata. Abbiamo bisogno di comprare i biglietti aerei per Morteza Gharibloo che deve tornare in Iran e per Lars Mortensen che ha casa in Svezia. Pur volendo andare via non sanno come fare. Chiediamo aiuto a tutti i tarantini di buona volontà”.

Venerdì scorso l’annuncio della trasferta di Cagliari saltata per assenza di risorse economiche, da allora, la situazione del Dream Team sembra precipitata in un baratro senza ritorno. “Il Presidente Mastroleo ci ha abbandonati. Non riusciamo a vederlo, quando risponde al telefono ci dice che provvederà almeno ai biglietti aerei, ma non abbiamo fiducia. Non possiamo più credere alle promesse”, conclude Coach Fisher.

L’appello è, dunque, alla generosità della comunità tarantina e alla responsabilità di istituzioni, imprese, singoli cittadini: i giocatori del Dream Team affrontano con coraggio la condizione di disabilità, impegnandosi nello sport ai massimi livelli, e non meritano l’abbandono.

Clifford Fisher ha fornito il suo personale recapito telefonico a cui possono far riferimento i potenziali benefattori: 3451512928.
Un appello per salvare il futuro di questa giovane società nata nel 2002 e che ha conquistato il titolo di Campione d’Italia nella stagione 2007/2008.

di Andrea Centenari

foto: bic.it

    Print       Email

You might also like...

4 Giornata di Champions League: la Dea fa l’impresa

Read More →