Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Catch&Shoot. Milano crolla a Siena. Ritorno alla normalità?

By   /   6 Dicembre 2010  /   Commenti disabilitati su Catch&Shoot. Milano crolla a Siena. Ritorno alla normalità?

C’eravamo illusi. Sì perché la rinnovata Armani Jeans Milano 2010-11 quest’anno sembrava pronta a prendere definitivamente il posto della Montepaschi Siena in testa al campionato di serie A.
Un avvio di stagione bruciante fatto di sei vittorie nelle prime sei partite in campionato e la conquista del primo posto solitario approfittando anche di un inizio appannato della Montepaschi. Poi sono arrivate la sconfitte di Montegranaro e soprattutto la clamorosa debacle di Siena.
Il giorno dopo la disfatta in campionato della ormai ex-capolista, Armani Jeans Milano ci si interroga sui motivi che hanno portato ad un simile crollo. Il verdetto del PalaEstra pone un un grande interrogativo sulle reali potenzialità tecniche e morali dei milanesi.
La Montepaschi Siena si è imposta nettamente per 99-67 dando una grande dimostrazione di forza a quella che rimane la più seria sfidante per lo scudetto.
Senza gambe e senza testa l’Olimpia ha ceduto di schianto alla lezione cestistica di Siena che, dopo un periodo di rodaggio iniziale, ha già trovato una propria identità, un’identità vincente.

Certo sulla sponda milanese si recrimina sulle numerose assenze (Maciulis, Petravcius e Pecherov) ma il -32 riporta la mente ai recenti anni passati con Milano incapace di competere con Siena che dominava il campionato dall’inizio alla fine.

Milano è scesa in campo stranamente demotivata partendo battuta e terminando la gara senza riuscire nemmeno a salvare un minino di dignità, obiettivo minimo in situazioni di emergenza così marcate.
La mancanza di concentrazione si può riscontrare nelle 24 palle perse contro le 8 della Montepaschi. A deludere sono stati soprattutto i due uomini-mercato della scorsa estate Iby Jabeer e David Hawkins che avrebbero dovuto prendere per mano la squadra in una partita così delicata e importante soprattutto a livello morale e di autostima.

Ora Milano, dopo 3 sconfitte consecutive, è chiamata all’ennesima partita decisiva della propria stagione: mercoledì 8 dicembre al Forum di Assago arriva l’Efes Pilsen. L’imperativo è vincere per continuare il cammino in Eurolega e, al contempo, per provare a lasciarsi alle spalle questo periodo nero.

di Andrea Centenari

foto: lastampa.it

    Print       Email

You might also like...

10 Giornata di Liga: L’Atletico Madrid mette la freccia

Read More →