Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Catch&Shoot. Il ritorno a casa di “Queen James”

By   /   2 December 2010  /   1 Comment

Questa notte alle 2, ora italiana, andrà in scena una delle partite più attese e significative dell’intera stagione NBA. I Miami Heat del grande ex Lebron James andranno a far visita ai Cleveland Cavs alla Quicken Loans Arena.

James tornerà a calcare, per la prima volta da avversario, il parquet di Cleveland davanti ai 20.000 tifosi che l’hanno osannato per 7 anni e 349 vittorie ma che sono pronti, ora, a ricoprirlo di fischi come il peggior traditore.
Sì perchè Lebron dopo essere diventato free-agent al termine della scorsa stagione ha deciso di andare ai Miami Heat per unire le proprie forze a Dwayne Wade e Chris Bosh e tentare una scalata immediata verso il titolo.

Fin qui niente di strano, ma il modo in cui è stata esternata la sua decisione non è andata giù ai tifosi dei Cavs che sono stati costretti ad assistere alla dipartita del loro beniamino tramite una pietosa diretta televisiva sulla tv nazionale.
E’ quasi impossibile descrivere l’attesa nella città dell’Ohio perché in questi giorni si è visto di tutto: le raccomandazioni pubbliche alla calma con il numero degli agenti impiegati al palazzetto che è stato raddoppiato, la creazione di una linea di t-shirt con la scritta “Queen James” (per deridere uno dei suoi soprannomi più usati, “King James”), lo scrittore e giornalista Scott Raab che intitolerà il suo prossimo romanzo “La puttana di Akron”(città natia di Lebron a pochi chilometri da Cleveland).

Insomma un clima che si preannuncia davvero infuocato con il pubblico pronto a fischiare James ad ogni pallone toccato: “Sarà un ambiente difficile - commenta un emozionato Lebron - ma andrò a Cleveland per vincere una partita di pallacanestro. Conosco bene la passione che questa città ha per lo sport, e sono pronto a qualsiasi accoglienza mi verrà riservata. So che sarà una serata molto emotiva. Ho grandi ricordi di Cleveland, devo molto a questa città, sia nel bene sia nel male. E voglio comunque ringraziare tutti i tifosi che mi hanno dato la possibilità non soltanto di mettere in mostra il mio talento, ma anche di maturare, e di diventare un uomo vero da quel ragazzino che ero”.

Anche Dwayne Wade sente salire la tensione:”Ci troveremo davanti a qualcosa che non abbiamo mai visto prima - spiega D-Wade - e se potessi, guarderei la partita da spettatore, come un tifoso, davanti alla televisione. Ma non potrò farlo, perché dovrò giocare. Ma credo che sarà una partita molto divertente da vedere. Ho un consiglio da dare a LeBron: ed è quello di non scendere in campo con l’idea di segnare 100 punti. Deve soltanto giocare a basket nel modo in cui sa. Sa che vorrà fare una grande partita, ma a volte è rischioso cercare di forzare le cose. Dovrà soltanto giocare a basket come Lebron James”.

di Andrea Centenari

foto: yardbarker.com e yahoo.com

    Print       Email

You might also like...

Volley

Parma: consegnati i premi “Atleta dell’Anno”

Read More →