Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Troppo Barcellona per il Real di Mourinho

By   /   29 Novembre 2010  /   1 Comment

Quando una squadra mostra sul campo una superiorità così evidente ogni commento diventa superfluo. Raccontare la sfida Barcellona – Real Madrid, alla luce del netto 5 a 0 è difficile. La partita sta tutta lì, nel punteggio, con i dati sul possesso palla a rinforzare la convinzione che al Camp Nou è andato in scena un monologo.

Mourinho e i suoi escono sconfitti dalla sfida con i blaugrana in maniera evidente. Allo Special One non riesce replicare la gara dell’aprile scorso quando l’Inter imbrigliò il Barcellona e conquistò la finale di Champions. Senza Higuain il portoghese schiera Benzema al centro dell’attacco. Guardiola invece conferma l’11 annunciato con Messi al centro dell’attacco.

Il Barcellona parte forte, fortissimo. Messi dopo pochi minuti lancia il primo avvertimento a Casillas colpendo il palo con un morbido pallonetto. È il preludio al gol. Iniesta ha la capacità di vedere uno spiraglio impossibile e mette Xavi di fronte al portiere blancos. Per il catalano è un gioco da ragazzi mettere in fondo al sacco. Il Real è in balia degli avversari. Estenuante il tiqui-taca dei balugrana che al 18′ raddoppiano. Xavi imbecca Villa sulla sinistra, el Guaje punta Sergio Ramos e conclude verso la porta. Casillas riesce a smorzare ma Pedro è il più lesto di tutti e mette dentro. La gara si innervosisce. Guardiola nasconde la palla a Ronaldo che non gradisce, nasce una piccola baruffa subito sedata. Segnale evidente del nervosismo dei madrileni, annichiliti dal gioco degli avversari.

Dopo l’intervallo Mourinho inserisce Lass Diarra al posto di Ozil. Un cambio dettato dalla necessità di rinforzare un centrocampo in balia del palleggio della premiata ditta Iniesta-Xavi-Busquets. La partita però non cambia. Il Barcellona riprende a macinare gioco e Villa mette il suo sigillo sul match. Il numero 7 del Barcellona supera per due volte Casillas. È un cappotto. Gli 11 in maglia blaugrana si divertono facendo possesso palla. I 100 mila del Camp Nou iniziano a intonare cori contro il “nemico” Mourinho, non proprio amato da queste parti. Al 90′ anche Jeffren partecipa alla festa: è il 5 a 0, è la manita. Saltano i nervi. Sergio Ramos rincorre Messi e lo falcia. Rosso, con manata a Puyol a completare la scena. Alla fine per il Real il bilancio disciplinare è pesante: otto gialli e un rosso.

Se è vero che questa gara non deciderà la Liga è innegabile che la dimostrazione di forza del Barca avrà ripercussioni più evidenti di quanto possa dire la classifica. Perdere in questo modo, senza mai dare l’impressione di poter reggere il confronto, pesa, a livello psicologico come un macigno. La costruzione degli eredi dei galattici è ancora lunga. In Catalogna invece possono ammirare una squadra perfetta.

di Luca Paradiso

    Print       Email

1 Comment

  1. […] This post was mentioned on Twitter by ItalNews.info, Luca Paradiso. Luca Paradiso said: Troppo Barcellona per il Real di Mourinho http://bit.ly/eEtxbN […]

You might also like...

Juventus: un piede fuori dalla Champions League

Read More →