Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Dopo le vittorie l’Inter perde anche l’orgoglio

By   /   24 novembre 2010  /   Commenti disabilitati

Dopo aver perso la fame di vittorie, dopo aver lasciato per strada punti preziosi contro squadre di livello piuttosto basso, dopo aver riempito un’infermeria intera con calciatori infortunati, l’Inter perde anche la faccia.

Sì, perde la faccia appunto, l’orgoglio, lo stile, che è stato per anni il marchio di fabbrica della società che fu di “via Durini”; educazione, pacatezza e coerenza, tutte doti messe in mostra dai tesserati e che vedevano il proprio guru nel presidente Moratti. Ma qualcosa deve essersi rotto, stavolta non a causa del madrileno Benitez. Le vittorie non arrivano, le gambe sono pesanti e la testa un macigno, tutte possibili attenuanti per un gesto senza attenuanti, vale a dire la testata di Samuel Eto’o rifilata al clivense Cesar, un istante di follia, giustificato dall’indiscusso campione Sandro Mazzola, come un “gesto causato dalla confusione che regna nella squadra”. Ma di giustificazioni non ce ne sono e non devono essercene, a maggior ragione dopo il trattamento riservato dalle folle a Zinedine Zidane dopo la testata a Marco Materazzi.

Sembra strano che il gesto sia arrivato da un campione di correttezza come Eto’o, uno che si batte per cause sociali da anni, definito sempre da Mazzola come “un giocatore molto corretto ed e’ difficile che si lasci andare a questi gesti. E’ chiaro che e’ un momento difficile”.

Ma fin qui a perderci la faccia era stato solo Samuel Eto’o, la vera caduta di stile per i nerazzurri è arrivata martedì mattina quando il Giudice Sportivo Giampaolo Tosel ha deciso di infliggere 3 giornate di qualifica al camerunense, pena congrua viste le precedenti stangate per casi simili e visti gli ultimi provvedimenti presi dallo stesso Tosel, come le due giornate inflitte al serbo della Juventus Krasic. Ma qui arriva il punto più basso della vicenda, forse più basso della testata stessa: l’Inter decide di far ricorso al provvedimento disciplinare. Una mossa sicuramente azzardata da parte dei dirigenti meneghini, una pagina da voltare subito, per ritrovare il vecchio “stile Inter” e magari anche la vittoria.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

canottaggio 1

Mondiali Universitari di Canottaggio

Read More →