Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

NBA. Rischio lockout dopo l’All-Star Game

By   /   23 novembre 2010  /   1 Comment

E’ sempre più alto il rischio lockout nella stagione NBA corrente. A renderlo noto è stato Billy Hunter, direttore esecutivo dell’associazione dei giocatori, che ha attaccato i proprietari e ha parlato di lockout sicuro al 99%.

“Penso che il lockout sia altamente probabile, ed è quello per cui mi sto preparando perché non vedo alternative al momento” ha detto Hunter.

I problemi sono legati al rinnovo del contratto collettivo, in scadenza il 30 giugno: i proprietari vorrebbero tagliare gli ingaggi di 7-800 milioni di dollari e un salary cap più rigido, adducendo come motivazione la diminuzione degli introiti a causa della crisi economica.
I giocatori controbattono con i successi dell’attuale sistema, forti dei ricavi record, dell’aumento dei biglietti venduti e degli indici d’ascolto TV.
Le trattative continuano, ma sia il commissioner Stern che Hunter concordano che non sono stati fatti progressi significativi. Le due parti dovrebbero rivedersi prima di Natale, ma l’accordo sembra davvero lontanissimo.
“Ai proprietari dicono che noi non abbiamo nessuna intenzione di scioperare, perciò se vogliono la serrata e chiudersi dentro i palazzetti si accomodino pure. Sto ancora aspettando da parte loro un segnale che sono disposti ad accettare un accordo ragionevole. Fino ad ora sono sempre stati irragionevoli e non so dire quando la ragione tornerà in loro”.

Per la NBA si tratterebbe del secondo lockout della sua storia dopo quello del 1998 quando la stagione regolare iniziò solo agli inizi di febbraio e fu ridotta a 50 partite invece delle classiche 82.

di Andrea Centenari

foto: sportsillustrated.cnn.com

    Print       Email

You might also like...

Schermata 2014-07-18 alle 10.06.19

Ettore Messina allenerà i San Antonio Spurs

Read More →