Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Liga Show… Barça e Real “pigliatutto”

By   /   21 Novembre 2010  /   Commenti disabilitati su Liga Show… Barça e Real “pigliatutto”

Manca soltanto una settimana al “Clasico” della Liga che vedrà impegnati al Camp Nou di Barcellona, i blaugrana allenati da Pep Guardiola, contro gli eterni rivali del Real Madrid, quest’anno con Josè Mourinho in panchina, ma l’atmosfera che gravita intorno alle due squadre è già incandescente.

Ormai da settimane il distacco tra le due compagini è risicato, quindi ogni gol, ogni “allungo” in classifica, ogni passo falso, può diventare cruciale, lo sa bene Lionel Messi che con una tripletta ieri pomeriggio ha lanciato il “suo” Barça verso il +2 i classifica, ma lo sa meglio Cristiano Ronaldo che con un’altra tripletta ha rimandato indietro gli attacchi blaugrana per riportare il “suo” Real a +1.

MegaBarça: I Catalani, impegnati all'”Estadio de los Juegos Mediterràneos” contro l’Almeria, hanno condannato i poveri andalusi alla sconfitta più pesante della loro storia, un 8-0 che non lascia scampo, in campo solo i “Guardiolani” che partono con il turbo, già al minuto 37 conducono per 5-0 con doppietta della “Pulga“, gol di “Don AndrèsIniesta, autorete di Acasiete e realizzazione di Pedrito. Il secondo tempo sembra una formalità per entrambe le squadre, ma la fame catalana non si placa e c’è spazio per il 101° gol nella Liga di Messi e per la doppietta di Bojan. Un 8-0 che lascia tutti a bocca aperta e che fa tornare in voga la classica discussione: “Continuare ad infierire? O smettere di umiliare l’avversario ormai battuto?” probabilmente per Messi e compagni l’avversario ieri sera non era l’Almeria bensì gli odiati rivali del Real.

Messi chiama CR7 risponde: Lo “Special One” dopo l’eliminazione del Portogallo puntò il dito contro Carlos Quieroz, il selezionatore della Selecçao Portuguesa, reo di aver sovraccaricato di responsabilità Cristiano Ronaldo, Josè lanciò così una sfida affermando “Con me Cristiano tornerà ad essere il miglior giocatore d’Europa”. Lo Special si sa non parla a sproposito ed i fatti, ancora una volta, gli danno ragione. Ieri sera al “Santiago Bernabèu” il Real doveva battere l’Atletico Bilbao in un match tutt’altro che semplice, per ragioni storiche che dividono la squadra della capitale e la squadra basca, e l’ha fatto; a togliere “le castagne dal fuoco” c’ha pensato il solito Cristiano Ronaldo, il fenomeno portoghese, partito in sordina, dopo l’uno a zero siglato da Gonzalo Higuain su assist di Angel Di Maria, si sveglia e sfruttando un contropiede ben orchestrato dal regista difensivo Sergio Ramos insacca di sinistro il colpo del 2-0. Ad accorciare le distanze ci pensa, una manciata di minuti prima del riposo, Fernando Llorente, per lui oltre alla soddisfazione del gol, anche la soddisfazione per aver disputato un gran match. La ripresa vede andare in rete Sergio Ramos su rigore e poi per due volte il “solito” Ronaldo che prima su calcio di punizione, poi su rigore arrotonda il parziale sul 5-1.

Solo una settimana divide il grande “Clasico“, una sfida che sapranno ben preparare Mou e Pep, i precedenti fanno sorridere i “Mourinhani”, ma questa gare hanno una storia ed un fascino che rendono inutili le statistiche e le classifiche. L’appuntamento è per lunedì 29 novembre, quando ci sarà solo il campo a dare giustizia.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

Europei Under 21: Spagna 2 – Germania 1

Read More →