Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Cinema  >  Current Article

Cinema: 34^ Edizione del “Festival Internazionale del Cairo”

By   /   21 Novembre 2010  /   Commenti disabilitati su Cinema: 34^ Edizione del “Festival Internazionale del Cairo”

Ogni anno in Egitto al Cairo si svolge il Festival Internazionale del Film, dando uno spazio particolare all’ospite d’onore i Paesi che hanno avuto l’onore di proiettare le loro pellicole sono stati: l’America Latina 2006, la Bretagna 2007, la Spagna 2008 e l’India nel 2009.  Per questa edizione il Paese scelto, come ospite d’onore, sarà proprio l’Egitto. La rassegna cinematografica si svolgerà da oggi sino al 9 dicembre 2010. La sezione dedicata all’ospite d’onore sarà intitolata: L’Egitto negli occhi del cinema mondiale, all’interno del quale saranno proiettati diciannove film provenienti da diversi paesi del mondo, che tratteranno avvenimenti ambientati sul territorio egiziano o avranno come protagonisti personaggi storici egiziani.

Il primo film che sarà proiettato sarà “’Agora”, del 2009, diretto dal regista spagnolo Alejandro Amenabar e interpretato da Rachel Weisz, Max Minghella e Oscar Isaac. Il film è ambientato nel secolo IV d.c. ad Alessandria dell’Egitto, quando era sotto il comando dellImpero Romano. Il film parla della vita della celebre filosofa e astronoma ”Ipazia” che insegnava nella biblioteca di Alessandria. Si affascinano di lei due giovani Davo e Oreste. Davo, il suo schiavo, che si converte al Cristianesimo con lo scopo di essere spiritualmente liberato, però si aggrega ai gruppi cristiani estremisti che combattono sanguinosamente con i giudei e i pagani col proposito di diffondere la parola di Dio, e distruggono la biblioteca di Alessandria, incendiandone i libri e facendone un ovile per l’allevamento di bestiame. Oreste invece, è uno dei suoi studenti, che rivela il suo amore per lei di fronte a tutti, ma lei rifiuta quest’amore, dedicando la sua vita e i suoi sentimenti alla scienza, alla filosofia, e alla ricerca scientifica. Nonostante il clima teso  “Ipazia” rimane fedele ai suoi principi: l’inevitabilità della vittoria dell’intelletto e la libertà di pensiero che garantisco la dignità agli esseri umani, tentando di comprendere le leggi che controllano il movimento dei pianeti intorno al sole. Ipazia proprio per la sua dedizione alla cultura, è presa di mira da gruppi cristiani che accusandola di stregoneria la uccidono.
 
Altro film in programma è “Il paziente inglese” del 1996, diretto da Anthony Minghella e interpretato da Ralph Fiennes, Kristin Scott e Williem Dafoe. Il film racconta la storia complessa di un uomo completamente ustionato, che non conoscendo nulla della sua vita, sarà chiamato da tutti il paziente inglese. La storia si svolge nel periodo della seconda guerra mondiale, dove un’infermiera canadese dal nome Hana in un convento italiano si prende cura di lui. La giovane infermiera è attratta dal paziente inglese, che non riesce a ricordarsi del suo passato e torva in lui il conforto per la sua tristezza per la morte dei suoi cari. La storia si arricchisce di personaggi come il ladro canadese David Caravaggio, che lavora come spia con gli alleati e il tenente Sikh Kirpal Singh, che lavora con l’unità di sminamento. Con il passare dei giorni il paziente inglese comincia a ricordarsi del suo passato e della storia d’amore con Katharine Clifton, la moglie di Geoffrey Clifton, suo collega all’Associazione Reale Britannica al sud del Cairo. Tra ricordi e scoperte la storia prosegue con nuovi amori e intrighi. Il Paziente Inglese, nel 1996 vinse l’Oscar come miglior film straniero e il Golden Globe per il miglior film drammatico, miglior regista e per la migliore colonna musicale.

Ogni giorno alla rassegna cinematografica sarà proiettato un film che parla dell’Egitto e del suo patrimonio storico culturale, dove registi come John Guillermin, Graeme Clifford, Ruba Nadda, George Fons e Arturo Repstein.

Saranno, inoltre proiettati film, che hanno fatto la storia del cinema mondiale come: Cesare e Cleopatra, del 1946, regia di Gabriel Pascal; La strada del Cairo, del 1950, diretto da David Macdonald; La valle dei re, del 1954, diretto da Robert Pirosh; L’egiziano, del 1954 diretto da Michael Curtis; La terra dei faraoni, del 1955 diretto da Howard Hawks; Giuseppe venduto dai fratelli, del 1960, diretto da Irving Rapper; Nefertiti regina del Nilo, del 1961, diretto da Fernando Cerchio; Cleopatra, del 1963, diretto da Joseph L.Mankiewicz; Faraone, del 1966, diretto da Jerzy Kawalerowicz; Il risveglio, del 1980, diretto da Mike Newell e Le avventure straordinarie di Adele Blanc-Secirato quest’anno e diretto da Luc Besson.

Un importante appuntamento per gli appassionati del vero cinema, dove il passato e il presente vengono messi a dura prova, tenuto conto della tecnologia che anche nel mondo cinematografico ha subito tantissimi cambiamenti.

di  Ahmed  Abd El Megid

    Print       Email

You might also like...

Mostra del cinema di Venezia: al via il 2 di settembre

Read More →