Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Motori  >  Current Article

Formula 1: Vettel campione del mondo, delusione in casa Ferrari

By   /   15 Novembre 2010  /   1 Comment

Sebastian Vettel e’ il nuovo campione del mondo di Formula 1. Il pilota tedesco della Red Bull ha vinto l’ultima gara della stagione ad Abu Dabhi e ha conquistato così anche il titolo iridato. A soli 23 anni, è il più giovane campione del mondo del mondo di Formula 1: ci ha creduto fino alla fine e ora ha realizzato il suo grande sogno. Un titolo meritato perchè Vettel ha sbagliato poco e non ha mai voluto trovarsi secondo a nessuno. Durante la gara di ieri e’ andato in fuga e non ha mai perso il comando della testa, tranne che nel momento in cui ha effettuato la sosta per il cambio gomme.

Al traguardo il tedesco è scoppiato in lacrime e a stento è riuscito a  tenere a freno l’emozione ai microfoni nel dopo gara “Che stagione durissima, sono stato in testa al campionato mezza volta soltanto ma poi mi sono laureato campione quando contava, ho sempre creduto in me stesso ma adesso sono davvero senza parole. E’ un giorno speciale per me sapevo di dover vincere a forza ma davvero non pensavo. Io devo ringraziare tutto il team, uno per uno e sicuro dimenticherò qualcuno; il loro apporto è stato incredibile”.

Amarezza invece per la Ferrari che vede sfumare così il mondiale dopo l’enorme fatica che è stata fatta per aggiustare una stagione che non era iniziata splendidamente. Il finale però non consola, anzi. Lo spagnolo della Ferrari partiva con un vantaggio di 8 punti sull’australiano Mark Webber e probabilmente ha pensato solo a controllare lui senza tenere conto di un Vettel ‘pericoloso’. La responsabilità per la sconfitta piu’ che ad Alonso va alla strategia adottata dal Cavallino che non è stata delle migliori.

Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari, non nasconde l’amarezza: “Dire che siamo giu’ di morale e’ dire poco. Oggi bastava tenere la posizione o pensare al quarto posto, che avevamo conquistato ieri in qualifica e avremmo vinto il mondiale. Purtroppo e’ andata cosi. Sono orgoglioso di questa Ferrari: abbiamo perso all’ultima gara per pochi punti, quando forse eravamo convinti di non perdere e questo fa piu’ male”.

Lo sbaglio c’è e purtroppo un mondiale è andato via.  Lo stesso Felipe Massa non usa mezzi termini: “Ci siamo fermati nel momento sbagliato, ci dovevamo fermare dopo. La Red Bull ha fatto tanti sbagli per poi non sbagliare nel momento decisivo. La strategia di oggi per noi non è stata certo impeccabile”.

Da parte sua Alonso non si dispera: “Così sono le gare e lo sport in generale, facciamo di tutto per fare bene e vincere, alcune volte ci riesce altre volte no. Speriamo di fare bene l’anno prossimo ma i complimenti vanno a chi ha vinto”.

Di Elisa Cassinelli

    Print       Email

1 Comment

  1. bruno ha detto:

    Facile l’analisi col senno di poi. Bisogna vedere se c’erano gli elementi per capire quale era la strategia vincente.Doveva rientrare così presto Alonso? La risposta è ovviamente no in base ai seguenti parametri che erano facilmente verificabili prima della decisione.
    Weber era dietro e sin dalle prove risultava in difficoltà. Le prime due auto risultavano imprendibili.Il rientro anticipato non poteva non tener conto del traffico che Alonso avrebbe trovato. In relazione ad una pista dove era impossibile superare. Quindi una concomitanza di errori. Fin dalla partenza si doveva capire che l’avversario non era più Weber ma Batton e su di lui doveva essere impostata la corsa.

You might also like...

Moto GP – Qatar

Read More →