Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Il punto sulla decima giornata…

By   /   8 Novembre 2010  /   Commenti disabilitati su Il punto sulla decima giornata…

Sorprendenti delusioni e grandi rinascite, queste le due grandi “correnti” dell’ultima giornata della Serie A, l’Inter continua ad arrancare, la Juventus procede a gonfie vele, il Milan si riscatta.

Le Big… Il Milan con una prova d’orgoglio si rialza dopo il Ko contro la Juventus e torna a vincere, lo fa contro un Bari ben messo in campo, ma troppo poco affamato, vince 3-2, ai pugliesi manca un rigore, ma la furia agonistica messa in campo nella scorsa stagione non si vede più e proprio su questo aspetto Ventura dovrà lavorare.
La Juventus va sotto di un gol contro il Cesena, ma riesce a rimontare, giocando tutto il secondo tempo in superiorità numerica, ottima prova per il centrocampo bianconero, Aquilani e Melo nel finale di partita provano a rallentare i ritmi, mettendo un freno alla voglia di rimonta dei romagnoli.
L’Inter pareggia al Meazza contro il Brescia, la prestazione non è affatto delle migliori, degne di nota le 3 sostituzioni per infortunio nelle fila dei meneghini.
Il derby capitolino va alla Roma dopo un inizio piuttosto equilibrato il baricentro del gioco si sposta verso l’area laziale ed i giallorossi attaccano in maniera ordinata e precisa, i due gol arrivano entrambi su rigore.
Il Napoli con un super Cavani manda a casa, per l’ennesima volta, il Parma a bocca asciutta, l’ex palermitano fa impazzire la difesa crociata e porta i partenopei a sole 4 lunghezze dalla vetta.
La Samp pareggia con il Catania e perde un’ottima occasione per allungare in classifica, con 15 punti resta in sesta posizione a ridosso di Juve e Napoli, buona la prova di entrambe le squadre, a cui è mancato solo il gol.

A metà classifica… regna l’equilibrio con il Palermo che ricomincia a guadagnare punti in casa, ristabilendo la vecchia gerarchia del Barbera, per i rosanero una vittoria di misura con gol di Pinilla ed assist di Pastore, per il Genoa resta il rammarico per un pareggio non acciuffato negli ultimi istanti di partita.
La Fiorentina, a pranzo, vince contro il Chievo, il match vede in campo due squadre mediocri che provano a rialzare la china, il gol è siglato da Cerci, ma lo spettacolo non è certamente dei migliori.
Pareggiano 1-1 Udinese e Cagliari, un punto giusto che non fa male a nessuno, per i Guidoliniani ottima prova specialmente del centrocampo.

La zona calda… vede nei bassi fondi della classifica Bari, Parma e Cesena ferme ad 8 punti, due lunghezze più in alto il Brescia. Seppur alla decima giornata Bari, Parma e Cesena sembrano avere un qualcosa in meno rispetto alle altre 17 che vanno a completare l’organico della serie A.

Il trono che spetta al Re degli Assist va condiviso da Mauri e da Cossu fermi a quota 6.

39 falli commessi, un ruolino spaventoso quello di Maxi Lopez, il calciatore più falloso della serie A.

Il più attivo sotto porta resta Zlatan Ibrahimovic, per lui 22 tiri in porta, segue Pastore a quota 19.

Con 37 contrasti vinti, Giuseppe Vives del Lecce si conferma in vetta alla classifica dei centrocampisti più “efficaci” nel contrasto. segue a 34 “RinghioGattuso.

I Top:
Edison Cavani: Il Centravanti azzurro fa reparto da solo ed aggancia Eto’o in cima alla classifica marcatori.

La Roma: Dopo il match contro il Brescia ha cambiato volto, ottima la rinascita culminata con la vittoria nel derby, che come sempre, sul morale vale 10 punti.

Caracciolo: E’ in forma strepitosa, fa reparto da solo e mette in imbarazzo i centrali dell’Inter, riesce a creare scompiglio e fa anche gol.

I Flop:
Diego Milito: Non è rispettoso far paragoni con la passata stagione, ma le differenze sono imbarazzanti, il suo gol sbagliato vale 2 punti in meno in classifica, in chiusura di match ha tra i piedi una palla semplice da insaccare, ma sbaglia clamorosamente.

Robinho: Croce e delizia del Milan, sbaglia l’impossibile a Bari, 3 palle d’oro gettate alle ortiche, che stia tornando l’inconcludente Robinho già ammirato su altri palchi?

L’Inter: La vera delusione della giornata riguarda Benitez ed i suoi ragazzi, giocano male e non sfondano il muro bresciano, già sfondato facilmente da molti altri. Gli infortuni sono 21 dall’inizio della stagione, un po’ troppi, ma le scuse iniziano a finire.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

Nations League: Olanda – Italia 0 – 1

Read More →