Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Due facce dello stesso sport: Carlos Sastre e Floyd Landis

By   /   3 Novembre 2010  /   1 Comment

Si sa che il ciclismo ultimamente è strano. Tra positività all’antidoping giustificate in qualsiasi modo e corridori che da semi sconosciuti arrivano secondi ad una Vuelta però, bisogna inserire anche qualche faccia pulita. Tra queste figura sicuramente Carlos Sastre, mentre il re incontrastato delle stranezze è Floyd Landis.

Lo chiamassero il pierino del ciclismo sarebbe pur sempre riduttivo. Floyd Landis, l’ex compagno di squadra di Lance Armstrong, l’ex vincitore-dopato del Tour de France ed oramai possiamo definirlo anche l’ex ciclista sarà finalmente processato per una delle sue tante, troppe stupidaggini: la pirateria informatica. I fatti risalgono al periodo in cui Landis si proclamava innocente e provava a dimostrare il falso con tutti i mezzi. L’astuta mente dello statunitense arrivò al punto di produrre un attacco hacker ai computer dell’Associazione Francese Lotta al Doping. Il presidente dell’AFLD, Pierre Bordry in prima persona dichiarò:“Sembra che Landis abbia fatto tutto il possibile per entrare nel nostro sistema informatico con l’obiettivo di dimostrare che il laboratorio è stato sbagliato. Le indagini hanno tracciato una rete di hacker che riconducevano al corridore americano”. L’obiettivo di Floyd era quello d’ottenere documenti che potessero mettere in dubbio la positività riscontrata al corridore nel Tour del 2006 ma ora si ritrova solamente con una bella denuncia ed un processo davanti al tribunale francese di Nanterre.

Ma come detto prima il ciclismo non è composto solo da mele marce, tra i corridori esistono uomini veri e leali. Uno di questi è Carlos Sastre, l’ex vincitore del Tour de France. Il neo capitano della Geox ha registrato questa mattina uno spot per la campagna ‘Fair Play‘, sponsorizzata dal Consiglio Superiore dello Sport e dall’Agenzia Spagnola Antidoping. Con lui altri grandi nomi dello sport spagnolo come Del Bosque, Iniesta, Angel Nieto e Rafael Nadal. L’iniziativa è lodevole, ma l’offuscamento de l’Operacion Puerto induce a vedere ancora troppe ombre sullo sport spagnolo. Se l’agenzia spagnola volesse veramente contrastare questa piaga dello sport, allora i mezzi sarebbero ben altri, non solo una pubblicità televisiva.

di Antonio Massariolo

    Print       Email

1 Comment

  1. […] This post was mentioned on Twitter by Antonio, ItalNews.info. ItalNews.info said: Due facce dello stesso sport: Carlos Sastre e Floyd Landis: Si sa che il ciclismo ultimamente è strano. Tra positi… http://bit.ly/c7UZzy […]

You might also like...

Ian Hutchinson: Il pilota dei miracoli

Read More →