Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Catch&shoot. Tutti pazzi per John Wall

By   /   3 Novembre 2010  /   1 Comment

Sono bastate poche partite per fare esplodere definitivamente la JohnWall-mania nella NBA.
Dopo aver avuto qualche difficoltà nell’esordio stagionale con Orlando, il giovane playmaker, ex Kentucky, è letteralmente esploso nelle ultime due partite con Atlanta e Philadelphia.
Nella sconfitta con gli Hawks ha realizzato 28 punti con 9 assist mentre nella vittoria della scorsa notte contro i Sixers ha messo a referto 29 punti con 13 assist e ben 9 palle rubate guidando i suoi Wizards nei momenti decisivi.

Ma la leggenda di John Wall è iniziata da quel canestro decisivo a 5 decimi dalla sirena finale che ha regalato la vittoria ai suoi Kentucky Wildcats nel suo esordio nella NCAA contro Miami University. Insomma un predestinato…

Ancora prima di approdare nella NBA, Wall era già finito un paio di volte sulla copertina di ‘ESPN Magazine’ e già tutta la nazione lo dava come prima scelta al draft 2010.
E le previsioni sono state mantenute con i Washington Wizards che si sono accaparrati il giovane talento puntando fortissimo su di lui per riemergere dai bassifondi della lega.
Dal 1996, soltanto due point-guard erano state chiamate con la n°1: Allen Iverson e Derrick Rose che, come Wall, ha giocato nel suo primo e unico anno di college con coach John Calipari, a Kentucky University. Ed se chiedete a John Wall quale sia il suo giocatore di riferimento, lui non avrà dubbi nel rispondervi: “Allen Iverson”.

Atletico, esplosivo, veloce, resistente, rapidissimo nel primo passo, gran penetratore e finitore al ferro, tutte caratteristiche che lo avvicinano a “The Answer” degli anni migliori ma John Wall dispone anche di un fisico più alto e massiccio di Iverson, buona propensione per i rimbalzi e una discreta visione di gioco.
Uno dei fondamentali su cui dovrà lavorare maggiormente per diventare uno dei top players della NBA è il tiro da fuori che per ora è discontinuo e se non migliorato potrebbe limitare parecchio il suo gioco.

Con Wall i Wizards hanno trovato un playmaker di sicuro affidamento a cui affidare le chiavi della squadra che è stata, ancora una volta, stravolta nel mercato estivo.
Sono stati ceduti giocatori come Mike Miller e Fabricio Oberto mentre sono arrivati la guardia Kirk Hinrich, l’ala cinese Yi Jianlian e il centro Hilton Armstrong.
Ma il vero acquisto potrebbe essere il ritorno di Gilbert Arenas che ha cambiato il proprio numero, dallo 0 al 9, come segno di rinascita dopo il turbolento inverno e la sospensione fino al termine della scorsa stagione.

“Un giocatore di talento unito a un gran realizzatore – dice Wall di Arenas – il coach troverà sicuramente un modo per farci convivere e ripartiremo da lì. Sento di essere in grado di giocare di fianco a chiunque”.

Washington lo ama già, i fan della NBA impazziscono per lui ma per diventare davvero grandi non basta mettere insieme grandi numeri e grandi statistiche, bisogna arrivare a conquistare almeno un titolo per entrare nella storia…non come un’altra nota ex-prima scelta sbarcato in Florida questa estate…

di Andrea Centenari

foto: NBA.com

diventa fan di Catch&Shoot su Facebook

    Print       Email

1 Comment

  1. […] This post was mentioned on Twitter by ItalNews.info, Andrea Centenari. Andrea Centenari said: Catch&Shoot. Tutti pazzi per John Wall http://bit.ly/c8APAm […]

You might also like...

La nazionale italiana di Basket con la sindrome di Down è Campione del Mondo

Read More →