Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Tales of Avalon

By   /   1 Novembre 2010  /   1 Comment

Esistono fumetti che vengono creati per diventare tributi ad un grande fumettista del passato.
Tales of Avalon sembrerebbe appartenere a questa categoria, ma secondo me non è così, è qualcosa di più di un semplice tributo.
Ovviamente tutto il volume è ispirato all’arte di uno dei maestri del comics made in U.S.A. ovvero Jack “The King” Kirby.
Kirby è stato il creatore, insieme a Stan Lee, di quasi tutte le serie nate negli anni 60 per la casa editrice Marvel comics (Fantastici Quattro, Thor, Hulk, ecc).
Inoltre, come autore completo, Kirby, è stato il creatore di serie come il Quarto Mondo e Kamandi.
Ma torniamo al volume da recensire, Tales of Avalon.
Il mondo è formato da tre regni: Olimpo, Asgard ed Avalon.
Per fronteggiare la minaccia delle grandi bestie, i tre regni suggellarono un patto di fratellanza, in modo da riuscire ad affrontare ogni minaccia esterna, ma se la minaccia non arrivasse dall’esterno?
Questa è la premessa di questo volume, in cui abbiamo modo di seguire le vicende di numerosi personaggi mitologici (Thor, Zeus, Ade, Ginevra, Acturus).
Il fatto di avere molti personaggi protagonisti del volume, agevola il compito degli autori, infatti un’altra caratteristica originale di questo fumetto è la presenza di molti giovani artisti di talento.
Sotto l’aspetto grafico, il volume, come abbiamo detto in precedenza, è ispirato allo stile di  J. Kirby, e la scelta di mantenere i disegni in bianco e nero, rende la parte grafica più vicina allo stile del “King” Kirby.
Ovviamente ogni autore, reinterpreta lo stile del “Re” rendendo il volume originale e molto vario stilisticamente.
Anche se i disegni sono chiaramente ispirati a Kirby, il volume riesce ad unire il tributo ad un grande autore, alla originalità dei disegnatori che lo omaggiano.
Gli autori che si cimentano nella realizzazione del volumi sono veramente tanti, ma gli autori “principali” che vengono citati nella costa del volume sono Micelli, Maconi, Paoloni e Scalera.
Concludendo un volume bello, che affascina per la trama e che appassiona per i tanti artisti che si cimentano nei disegni.
Se vi piacciono i fumetti realizzati in Italia, non potete farvi sfuggire questo volume, nato l’anno scorso come un piccolo albo promozionale auto prodotto, e che ora si è evoluto fino a diventare un corposo volume edito dalla casa editrice ReNoir.

In chiusura mi sembra giusto elencare i nomi dei tanti artisti che hanno collaborato a questo volume: V. Acunzo, C. Balboni, M. Bergamo, G. Bevilacqua, F. Biagini, A. Borgioli, M. Bracchi, E. Casagrande, M. Castiello, F. Ciriegia, M. Cremona, P. Desiato, G. De Vita, L. Di Simone, A. Gadaldi, F. Gaston, L. Genovese, J. Harren, G. Maconi, L. Maresca, D. Medri, A. Micelli, S. Paoloni, D. Pascutti, A. Rak, M. Rosenzweig, A. Rossi, M. Scalera, A. Scoppetta, M. Semerano, N. Snareser, A. Vivaldo, A. Zanker.

Tales of Avalon, edizioni ReNoir, 112 pag. B&N, brossurato, 10 euro.
Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

1 Comment

  1. […] Live SportTales of Avalon […]

You might also like...

Toomics e Prankster Comics insieme

Read More →