Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Pallavolo  >  Current Article

La nazionale azzurra di volley parte bene nel mondiale giapponese

By   /   29 ottobre 2010  /   Commenti disabilitati

Ottimo avvio della nazionale di volley femminile nell’avventura mondiale. Contro Porto Rico le azzurre portano a casa, grazie a un’agevole 3 a 0, la prima vittoria. Un successo annunciato e mai in discussione se non nella fase centrale del primo set dove le avversarie caraibiche hanno creato qualche difficoltà alle azzurre. Il 25-20 ha però spianato la strada alle nostre atlete che hanno giocato i successivi set in scioltezza.

Coach Barbolini sceglie il sestetto annunciato alla vigilia formato Lo Bianco, Ortolani, Bosetti, Del Core, Gioli, Arrighetti e Cardullo. Le ragazze partono forte e piazzano subito un parziale importante (5-0). Le avversarie però sono brave a riorganizzarsi e, grazie anche a un calo di concentrazione delle nostre e ai troppi errori in attacco, rientrano in partita e passano in vantaggio. Il 9-13 è il maggiore svantaggio dell’Italia. A quel punto le azzurre si ricordano di essere le campionesse in carica e riprendono a mettere palloni a terra. Un attacco della Bosetti (top scorer della gara) fa segnare il sorpasso (16-15). L’equilibrio però caratterizza il parziale fino almeno al 19-19 quando le azzurre realizzano l’allungo decisivo portandosi sul 24-19 e chiudendo in pratica il set.

L’1 a 0 da maggior tranquillità all’Italia che riprende a giocare come sa e grazie all’ottima Bosetti si porta sull’11-2. Il 25-11 finale è l’ovvio conclusione di un set condotto sempre in vantaggio.

Il terzo set si apre all’insegna dell’equilibrio, ma le buone cose mostrate dalla difesa permettono alle azzurre di allungare e di conquistare il vantaggio decisivo. Il 25-18 chiude i giochi e regala i primi punti alle ragazze di Barbolini. Una vittoria necessaria e meritata contro un avversario non certo irresistibile.

Al termine del match coach Barbolini non ha nascosto la propria soddisfazione pur rimarcando le difficoltà incontrate soprattutto nel primo parziale: “Ci siamo trovati in difficoltà nel primo set, più per nostro demerito, che per merito loro. Poi abbiamo fatto vedere cose discrete a livello individuale”. Lo sguardo del coach è già al prossimo impegno, domani alle 11 ora italiana, contro l’Olanda. Delle orange Barbolini ha voluto rimarcare il valore: “una squadra forte che non scende mai sotto certi livelli e che nelle ultime stagioni è stata capace di vincere un Grand Prix e di arrivare in finale nell’Europeo, dovremo fare di più come squadra”.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

atleticafispes

A Rieti le gare valide per i Campionati Italiani di Società FISPES

Read More →