Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Robot 13 di Thomas Hall e Daniel Bradford

By   /   25 Ottobre 2010  /   Commenti disabilitati su Robot 13 di Thomas Hall e Daniel Bradford

Guardando la copertina di questo volume, con il protagonista in piedi, spaventosamente misterioso, circondato da tentacoli giganti, l’idea che potrebbe farsi il  lettore è che questo sia un fumetto di fantascienza, magari con un tocco di horror lovecraftiano.

Poi si inizia la lettura e, dopo poche pagine, arrivano le creature mitologiche, si cita la città di Creta ed il mito di Talos. Fermi tutti! Ma questo che genere di  fumetto è?

Non credo che sia possibile classificarlo in una categoria standard, ma lo possiamo sicuramente mettere nella pila dei fumetti belli. Parliamo della trama, opera dello sceneggiatore Thomas Hall; il protagonista della storia è una creatura nominata 13, per ora di lui  sappiamo poco, le uniche informazioni che abbiamo ci vengono date dai suoi rari flashback.

Possiamo solo fare delle supposizioni, potrebbe essere il mitologico Talos, difensore di Creta, oppure il frutto della mente di uno scienziato. Per adesso non ci sono dati certi sulle origini di 13. Le uniche certezze sono che 13 viene ripescato dalle profondità marine, da un gruppo di pescatori, all’inizio della storia. Dopo essere riemerso dalle profondità marine, ecco che 13 viene attaccato da una gigantesca piovra.

Qualcuno vuole vedere il nostro meccanico eroe sconfitto, e per realizzare i propri piani gli manda contro numerose creature, come la fenice ed il ciclope. Potrebbe essere Echidna (creatura mitologica del corpo di serpente) che trama per vendicarsi della creatura (Talos) che venne creata dalle migliori menti dell’epoca antica per riportare la pace su Creta che era invasa dai mostri.

Sotto l’aspetto grafico, il lavoro di Daniel Bradford è ottimo. Sicuramente i disegni sono ispirati dal grande disegnatore Mike Mignola, che con il suo Hellboy è stato il precursore di un certo tipo di fumetto d’avventura. La cosa che affascina, della realizzazione grafica di Bradford, è l’aspetto del protagonista, che potrebbe essere il frutto di una visione di E.A. Poe.

Il protagonista, 13, si presenta con un corpo che sembra lo scafandro di un palombaro, ha per testa un teschio fluttuante contenuto in una cupola di vetro, e  braccia e gambe lunghe e finissime, danno l’impressione che siano fragili se paragonate al resto del corpo. Non sappiamo cosa lo alimenti, non sappiamo quale sia la sua natura, sappiamo solo che viene braccato da creature mitologiche e che lui potrebbe essere Talos, l’invincibile difensore di Creta.

In chiusura, un volume originale, che grazie alla casa editrice Bao sbarca in Italia. Il volume è curato, ma il prezzo di 11 euro per un volume di poche pagine non è certamente basso.

Concludendo un volume originale, dalle atmosfere misteriose, che non deluderà gli amanti del genere, e che potrebbe affascinare anche altri lettori con le sue atmosfere particolari.
Consigliato!

Robot 13, Bao Publishing, 96 pag. brossurato a colori, 11 euro.

di Ruffino Renato Umberto

foto di: firstcomicsnews.com

    Print       Email

You might also like...

La visione mutante di Hickman

Read More →