Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Canoa - Canottaggio  >  Current Article

Nuova Zelanda: Tutto pronto in casa degli azzurri dell’adaptive rowing per i mondiali

By   /   25 ottobre 2010  /   1 Comment

Partiranno oggi alla volta della terra dei canguri gli azzurri dell’adaptive rowing, in occasione del  mondiale in Nuova Zelanda, che si svolgerà dal 1 al 4 di novembre. Il tecnico Paola Grizzetti porterà con se un singolo, un doppio, e due 4con. Prima della partenza il ct ha dichiarato: ”L’obiettivo è la qualificazione per Londra 2012”.

Manca solo una settimana e la squadra dei canottieri adaptive è in fibrillazione per i Mondiali di Canottaggio sul Lago Karapiro, in Nuova Zelanda. Il tecnico della nazionale ha apportato novità alla squadra, infatti, scenderanno in acqua un singolo, un doppio, un 4con di disabili fisici ed uno di disabili intellettivi.

La singolista Tiziana Leobruni è al debutto in una competizione iridata; il doppio è formato da un tandem inedito: Silvia De Maria, anche lei all’esordio dopo la prima esperienza in Coppa del Mondo a Blede, affiancata dal veterano Daniele Stefanoni, veterano, che si è qualificato quarto agli ultimi Mondiali e alle Paralimpiadi.

Scenderà in acqua un equipaggio di disabili fisici, precisamente nel 4con, si tratta di Lucilla Aglioti , che siederà tra i paralimpici Luca Agoletto, Daniele Signore e Mahila Di Battista, al timone per fare da guida Alessandro Franzetti. Nuovo assetto anche per l’equipaggio degli intellettivi che vedrà in barca Francesco Borsani, Matteo Brunengo, Giorgia Indelicato e Elisabetta Tieghi, insieme al timoniere Amin Korki.

Per non scordare, l’anno scorso gli equipaggi del 4con dei fisici e degli intellettivi portarono a casa l’argento. Quest’anno si punta al biglietto aereo per Londra 2012.

Vogliamo lavorare tranquilli e nel modo migliore per preparare le sfide di Lago Karapiro, ma l’obiettivo prioritario è la qualificazione alle Paralimpiadi – spiega il CT Paola GrizzettiSto già lavorando per il 2011, in Nuova Zelanda ci presenteremo con ragazze che affronteranno per la prima volta un Mondiale. Quattro giorni consecutivi di gare? Dovremo gestire le energie e la tensione nel migliore dei modi poiché molto probabilmente non ci saranno lunghi momenti di riposo: per questo conto anche sull’impegno del mio staff”.

di Armida Tondo

foto di: bloghissimo.it

    Print       Email

You might also like...

Bibione_is_La_partenza_b

Gli atleti keniani trionfano alla “Bibione is surprising run”

Read More →