Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

Vela: Esmit Europa 2 vince la 42^ Edizione della Barcolana

By   /   11 ottobre 2010  /   Commenti disabilitati

Tante le imbarcazioni sulla linea del traguardo, 1852 per la precisione, alla 42^ edizione della Barcolana. Una giornata caratterizzata dal sole e dalla Bora decisamente moderata, a tagliare il traguardo dopo solo 56’ e 13, tempo record, lo scafo Esmit Europa.

L’armatore dello scafo Igor Simsic ha espresso grande soddisfazione per la vittoria: “Siamo reduci da una stagione ricca di successi e di record. Questa Barcolana è stata fantastica da ogni punto di vista e la soddisfazione maggiore è stata quella di aver segnato un nuovo record in condizioni di vento più leggero rispetto a quello stabilito da Alfa Romeo. Questo vuol dire che l’equipaggio ha operato perfettamente nella messa a punto e nella condizione dello scafo. Questo progetto continuerà regalandoci altre soddisfazioni“.

L’imbarcazione progettata da Reichel-Pugh con Flavio Favini skipper e Alberto Bolzan al timone ha tagliato la linea d’arrivo alle 10:56:16, stabilendo il nuovo record. Secondo qualificato Mitja Kosmina, il vincitore della Barcolana 2009, con Maxi Jena Amor, che ha anche sofferto un’avaria al sistema idraulico della canting keel, la chiglia basculante e terzo posto per Beauxt Vte Tuttatrieste 1.

Gastone Novelli, presidente della SVBG, el tirare le somme alla fine della regata ha commentato: “La combinazione vincente, che è stata un po’ il motto di questa Barcolana, con l’evento che si è svolto il 10-10-10 si è concretizzata sul campo di regata, con un numero di iscritti superiore a quello dello scorso anno, un Villaggio a terra bellissimo e sempre più adatto alle passioni e agli interessi di chi va per mare, e condizioni meteo che hanno permesso a tutti di regatare in sicurezza, divertendosi. Onore a tutti i partecipanti della Barcolana, dal primo all’ultimo classificato, e anche a quanti alle 17.30 non hanno tagliato il traguardo, ma hanno fatto propria la festa e il grande spirito della Barcolana. Ringrazio oltre a tutte le istituzioni, gli sponsor e le forze dell’ordine alle quali dobbiamo molto, i soci della Società velica di Barcola e Grignano che hanno lavorato con dedizione e amore alla regata che in questo fine settimana ha fatto grande Trieste”.

Il successo dell’evento si è registrato anche nel Villaggio allestito, oltre 300 mila le persone che hanno visitato gli stand in questi quattro giorni di Barcolana. 160 gli stand allestiti che hanno occupato circa un chilometro sulle rive cittadine, un’area green per i più piccoli ed una vera e propria zona editoriale dedicata al mare con la libreria Lovat e la casa editrice Mursia.  Gli operatori presenti si erano preposti di arrivare ad avere a 100mila contatti in tre giorni e così è stato. Insomma un successo senza precedenti per l’organizzatori, premiati per il loro impegno che per mesi hanno svolto.

Tanti i personaggi famosi che hanno partecipato alla gara, politici, scrittori e sportivi. Igor Simcic ha il merito di aver portato al via il super-favorito Esimit Europa 2, con un equipaggio di ex coppa america (Tiziano Nava, Stefano Rizzi, Claudio Celon, Massimo Galli, Giovanni Cassinari, Francesco Rapetti, e tra i quali spicca Flavio Favini. Nella stessa classe occhio al campione pugliese Paolo Montefusco con il Farr 80 Idrusa Calvi Network, e naturalmente allo scrittore Federico Moccia con i suoi “Amori” a bordo di Idea. Nel parterre dei sicuri protagonisti molti velisti triestini doc come Furio Benussi e Andrea Nevierov che gestiscono le due gemelle Tuttatrieste. Un altro Benussi, Gabriele, guiderà il team di Vitrani, Larissa Nevierov, olimpica azzurra della vela guida il team delle Stelle Olimpiche di tutti gli sport, mentre Lorenzo Bodini timona Verve Dahlia affiancato dal tattico Francesco De Angelis.

Roberto Menia, sottosegretario all’Ambiente, arrivato nono a bordo di Montenegro Wild Beauty, il supermaxi Farr80 timonato da Stefano Cherin, ha dichiarato: “Mi era gia capitato di partecipare alla Barcolana, ma vedere la regata da davanti è tutta un’altra cosa rispetto a quando si è dentro al mucchio. Sono anche molto soddisfatto dell’importante attività che il ministero dell’Ambiente ha svolto in Barcolana sia per quanto riguarda i contenuti ed i temi dei convegni, sia per quanto riguarda le numerose attività indirizzate ai più piccoli legate alla sostenibilità“.

Tra le tante vele anche Federico Moccia, patron di di Maxi Jena Amori, che ha dichiarato: “Ho vissuto momenti straordinari barca questa mattina, assieme all’equipaggio di Kosmina che è riuscito a conquistare un grande risultato nonostante un problema alla chiglia che avrebbe potuto costringerci al ritiro. La Barcolana è qualcosa di magico è non escludo che l’atmosfera di questo evento, tra vela e festa, possa entrare in uno dei miei libri“.

di Armida Tondo

    Print       Email

You might also like...

atleticafispes

A Rieti le gare valide per i Campionati Italiani di Società FISPES

Read More →