Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Inter e Juventus non sfondano. Finisce 0 a 0

By   /   3 Ottobre 2010  /   1 Comment

E’ il derby d’Italia: una sfida dai molteplici significati, attesa, sentita come poche. Ha segnato la storia calcistica d’Italia, ma nessuna definizione potrebbe cogliere il valore che ha assunto negli ultimi anni. Da quando il ciclone Calciopoli ha spedito la Juventus nell’inferno della serie B la già ben marcata rivalità è diventata qualcosa di più. Quasi una guerra di religione destinata a continuare, giorno dopo giorno, con nuove dichiarazioni, polemiche e intercettazioni ad animare le braci di un incendio tutt’altro che spento.

Le due squadre arrivano alla sfida separate da 3 punti. I bianconeri sognano l’aggancio, l’Inter invece spera di rispedire i rivali a distanza di sicurezza. La squadra di Del Neri vanta il miglior attacco del torneo, ma anche la peggior difesa. A proposito di numeri: i nerazzuri non perdono in casa da 43 partite. Il 22 marzo 2008 fu proprio la Juve ad uscire da San Siro con il bottino pieno.

L’11 INIZIALE – Benitez ripropone la squadra che ha battuto il Werder Brema mercoledì in Champions. Fuori Samuel, Zanetti, Milito e il lungodegente Motta tocca ad Eto’o guidare l’attacco nerazzurro. Un ruolo non nuovo per il camerunese, abbandonato solo nell’ultimo anno per assecondare i disegni tattici di Mourinho. Benitez lo vuole più vicino alla porta per salvaguardarne la prolificità sotto rete e l’ex Barcellona obbedisce soddisfatto. Sulle ali mister Rafa lascia spazio ai giovani: Biabiany e Coutinho completano il tridente offensivo. A centrocampo Cambiasso e Stankovic hanno il compito di coprire il reparto difensivo dove capitan Cordoba fa coppia con Lucio.

Del Neri si affida a Iaquinta e Quagliarella in attacco, per Del Piero solo panchina. Krasic è chiamato al primo vero test da quando è giunto in Italia. Accanto a lui Marchiso, Melo e Aquilani: 3 mediani in grado di modificare in corsa lo schema tattico juventino. È proprio questa la novità della serata. Del Neri alterna il solito 4-4-2 con il 4-3-3 avanzando all’occorrenza Krasic sulla linea degli attaccanti.

PARTITA APERTA – Le due squadre giocano a viso aperto. Parte meglio l’Inter con Eto’o che conferma di attraversare un ottimo stato di forma. Storari non è chiamato a nessun grande intervento ma fino al 20′ la pressione dei nerazzurri è costante. La Juventus intorno al 25′ alza il baricentro, i numerosi calci d’angolo buttati testimoniano il buon momento per Krasic e compagni. Al 30′ Benitez deve ricorrere al primo cambio: Biabiany colpito duro deve uscire. Entra Milito ed Eto’o torna sull’out di sinistra. Nei primi 45′ la Juventus è quella che va più vicina alla rete. Il tap in vincente di Iaquinta però è viziato da un’evidente fuorigioco.

All’intervallo i due tecnici sono costretti a modificare lo schieramento. Cordoba rimane negli spogliatoi e al suo posto entra Santon. Nella Juve Motta prende il posto di De Ceglie. Il ritmo rimane buono anche se le occasioni non abbondano. Eto’o si rende protagonista di un coast to coast che richiama l’ovazione di San Siro. Il numero 9 parte palla al piede dalla sua trequarti e arriva sul fondo guadagnando un corner. Poco dopo Milito arriva un attimo in ritardo all’appuntamento con il preciso cross di Eto’o. Ancora il principe argentino stoppa bene il suggerimento di Cambiasso ma spara a lato. La Juve mette paura a Julio Cesar con Quagliarella. Il centravanti fugge a Lucio e si presenta davanti alla porta. La pressione del centrale brasiliano però non gli permette di concludere con tranquillità e l’occasione sfuma. Poco più tardi ancora Quagliarella conclude in maniera un po’ sbilenca. L’Inter fa la partita, la Juve si difende con ordine e riparte bene.

LA JUVE REGGE BOTTA – Finisce 0 a 0. Un pari che serve soprattutto a Del Neri e al suo progetto. Dimostrare di poter tenere botta ai campioni d’Europa è forse la nota più lieta di una serata comunque positiva.

Luca Paradiso

    Print       Email

1 Comment

  1. […] This post was mentioned on Twitter by ItalNews.info, Luca Paradiso. Luca Paradiso said: Inter e Juventus non sfondano. Finisce 0 a 0 http://bit.ly/bUuyfk […]

You might also like...

Champions League: Salisburgo – Napoli. L’analisi

Read More →