Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Motori  >  Current Article

MotoGp: Pedrosa vince a Indianapolis davanti a Spies e a Lorenzo, 4° Rossi

By   /   30 agosto 2010  /   Commenti disabilitati

E’ Dani Pedrosa a conquistare il Gran premio di Indianapolis e la terza vittoria stagionale in questo undicesimo appuntamento del mondiale. Il pilota della Honda è riuscito a tenere testa agli altri piloti, perfino a Lorenzo che si è dovuto accontentare del terzo posto ma che può stare tranquillo perché il dominio nella classifica piloti è ancora suo: Jorge rimane al vertice con 68 punti di vantaggio su Pedrosa senza tralasciare il fatto che per 7 volte consecutive ha tagliato il traguardo da vincitore.“Non dovrei essere deluso da un terzo posto, ma allo stesso tempo non sono felice per la mia gara di oggi. Non ho guidato al meglio di quanto avrei potuto e non sono partito bene. Le condizioni erano incredibilmente dure e io semplicemente non avevo la forza fisica per spingere al massimo o fare gli stessi tempi che ho fatto nelle prove; è stato come correre in Malesia! La pista era scivolosa e così è stato molto difficile usare le gomme come avrei voluto.” ha commentato Lorenzo dopo la gara.

Un secondo posto meritato è quello di Ben Spies: il pilota che il prossimo anno sostituirà Valentino Rossi nella Yamaha ufficiale ha fatto una buona partenza e il risultato è stato il secondo grandino del podio, non male.

A stupire è il quarto posto di Rossi visto le prove disastrose: è caduto due volte sabato e anche durante il warm up ma questo non lo ha di certo fermato. Un periodo di alti è bassi, tra la convalescenza per l’infortunio e il passaggio annunciato con la Ducati il prossimo anno e i rapporti un po’ inclinati con la Yamaha. Ma il ‘dottore’ sembra sempre più vicino al podio e chissà che prima del passaggio in Ducati non torni a vincere sul compagno di squadra Lorenzo.

Ad ogni modo Rossi valuta positivamente questa gara e ci scherza anche un po’ sopra: “Gara positiva ho girato come Spies e Lorenzo. Ottima fase centrale, poi però ho finito la benzina. Nel senso che non avevo più forza. Ho lavorato tanto su gamba e spalla, ora devo recuperare fiato. C’era così caldo che mi sono ustionato i piedi, gli stivali alla fine si erano squagliati. Quando ho visto San Pietro tra la curva 2 e 3, come Fantozzi nel film, ho capito che dovevo rallentare. Con Yamaha? E’ cambiato il rapporto tra noi, ma nessuna tensione e mi aspetto un trattamento corretto fino alla fine”.

Quinto posto invece per Dovizioso che si piazza davanti a Nicky Hayden arrivato sesto: delle Ducati ufficiali è infatti l’unico a concludere la gara visto la caduta di Stoner che lo ha messo Ko. Hayden ha firmato il rinnovo del contratto è sarà quindi il compagno di squadra di Valentino per la seconda volta dopo la parentesi con la Honda.

Buono anche il settimo posto per Simoncelli con la Honda Gresini, Capirossi solo undicesimo mentre Marco Melandri a due giri dall’inizio è caduto mettendo fine ai giochi.

Prossimo appuntamento a Misano per il 12esimo appuntamento della stagione, una tappa importante a questo punto del mondiale. Che sia il gran premio nella quale Rossi tornerà finalmente sul podio? Staremo a vedere.

Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

Copia di PrimiTreUomini

29^ Venicemarathon: sul podio i due atleti Ketema Mamo e Konjit Biruk

Read More →