Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

Vela: Le azzurre Caputo e Barbiero vincono a La Rochelle

By   /   20 August 2010  /   Comments Off

Azzurre sul podio al Campionato Europeo 420 Youth che è terminato con il successo di Roberta Caputo e Benedetta Barbiero, della Canottieri Savoia, che hanno conquistato il titolo continentale della categoria femminile.

Le due atlete sono entrate in flotta Gold con il 38° posto e 66 punti, hanno completato una rimonta entusiasmante sugli equipaggi femminili che le precedevano, recuperando ben 31 punti alle olandesi Stumpel-Marck entrate in Gold con il 13° posto.

Nella ripetizione dell’ultima regata in programma, che era stata annullata questa mattina per mancanza di vento, l’equipaggio italiano ha marcato le portoghesi che le seguivano in classifica, staccate di 15 punti. Roberta Caputo e Benedetta Barbiero hanno finito la prova in 29° posto, quattro posizioni dietro le porteghesi, e chiudono il campionato al 13° posto assoluto della classifica finale con 144 punti.

Il tecnico federale Claudio Bolens euforico: “Le ragazze sono state perfette, hanno vinto alla grande. Hanno portato a termine una rimonta incredibile con determinazione e costanza nei risultati. Hanno dato prova di essere almeno una spanna sopra tutte le altre”.

Molto bravi anche Jacopo Cunial e Michele Inchiostri, della SV Barcola, settimi nella regata di oggi, che si piazzano all’8° posto della classifica con 123 punti. Questi i piazzamenti degli altri azzurri: 18° posto per Andrea Ferrero / Luigi Kalb, YC Cagliari, che oggi ha finito la prova in 8ª posizione; 24° posto per Matteo Capurro / Lorenzo Berardi, YCI; 39° posto Luca Paolillo / Pietro Iavicoli, Canottieri Tevere Remo; 45° posto per Cristina Celli / Silvia Morini, CV Ravennate; 66° posto per Elena Berta / Giulia Tisseli, Canottieri Tevere Remo.

Il titolo europeo youth della classe 420 è andato agli israeliani Levi-Froylich, al secondo posto l’equipaggio greco Kavvas-Kavvas e al terzo gli spagnoli Xammar-Herp.

I francesi Bouvet-Mion si sono laureati campioni d’europa youth della classe 470, alle loro spalle due equipaggi tedeschi Elsner-Szymanski e Zepuntke-Baldewein, secondi e terzi nell’ordine. Tra gli italiani da segnalare il buoni piazzamento di Simon Sivitz Kosuta e Jas Farneti, YC Cupa, che oggi hanno preso una penalità e non hanno concluso la Medal Race, e che chiudono il campionato al 10° posto con 116 punti. Bene anche Leonardo Dubbini / Stefano Balestrero, CVT Maderno, che al loro primo europeo sono entrati in flotta Gold e si sono piazzati al 23° posto in classifica.

Questi i risultati degli altri azzurri iscritti alla competizione: 26° posto Francesco Falcetelli / Gabriele Franciolini, CN Senigallia; 44° posto Davide Vignone / Matteo Ramian, YC Sanremo, primi nella flotta Silver, 51° posto Camilla Marino, Circolo Italia SSAD/ Anna Gracia Malventi, CN Posillipo; 60° posto Nicolò Briante/Gianmauro Balanzoni, YC Italiano; 86° posto Anina Gertsch/Federica Luppino, CV Ventimiglia.

Al termine della Medal Race, Andrea Trani, il tecnico federale della classe 470 presente a La Rochelle ha fatto un bilancio del campionato: “É un vero peccato per i ragazzi – ha detto Trani riferendosi a Sivitz Kosuta e Farneti – che si sono presentati in Francia ben preparati e avrebbero potuto ambire a una medaglia. La differenza credo l’abbiamo fatta i materiali perché i primi erano più veloci. Sono comunque soddisfatto per il loro comportamento perché ha dimostrato di sapere reagire alle difficoltà. Il bilancio complessivo resta comunque positivo – ha continuato il tecnico federale – anche Dubbini e Balestrero si sono ben comportati e alla loro prima partecipazione sono riusciti a entrare in flotta Gold. Per quanto riguarda gli altri equipaggi devo dire che si sono formati di recente e che hanno bisogno soprattutto di affiatamento. Resto comunque fiducioso per il futuro

Foto: François Richard

    Print       Email

You might also like...

italia_olanda00

Premio Internazionale Sport Civiltà di Parma

Read More →