Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Canoa - Canottaggio  >  Current Article

Canoa: Un trionfo per gli atleti azzurri a Mosca

By   /   2 Agosto 2010  /   Commenti disabilitati su Canoa: Un trionfo per gli atleti azzurri a Mosca

Dalla lontana Russia, per essere precisi da Mosca, giunge un regalo a tutti gli appassionati del remo, una pioggia di medaglie e gli atleti al termine delle gare festeggiano per i risultati ottenuti agli Europei Under 23 e Junior di velocità. Una squadra che prometteva bene e che tutti speravano di vedere salire sul gradino più alto del podio. Gli atleti sono stati accompagnati dai vertici della Federazione: il vice presidente Ruggero De Gregori, i tecnici Giuseppe Buonfiglio, Ezio Caldognetto, Paolo Scrazzolo, Claudio Ghelardini, Andrea Bagioni, Antonio Cannone e Alessandro Ventriglia, questi ultimi entrambi di Sabaudia.

Una gara, a dir poco spettacolare, che ha fatto palpitare il cuore di tutti i presenti, esplosa al taglio del traguardo in urla miste alla soddisfazione per il lavoro svolto e accompagnate da lacrime di gioia.

L’oro nella specialità del K4 1.000 metri non era mai comparso nei medaglieri azzurri. L’entusiasmo, paragonabile a quella di un’Olimpiade, era visibile negli occhi dei protagonisti dell’impresa, Nicola Ripamonti, Nicola Dall’Acqua, Matteo Florio e Mattia Colombi, del tecnico che li segue, Giuseppe Buonfiglio, e di tutta la squadra.

Era prevedibile” – ha raccontato Beppe Buonfiglio al telefono da Mosca – “Hanno saputo centrare l’obiettivo: l’oro. Una gara condotta come avevamo studiato, con una partenza il più veloce possibile, per poi puntare tutto sul punto di forza del quartetto, la lunga tenuta sui ritmi alti. E’ andata bene. Man mano si sono sfilati tutti i più pericolosi, ungheresi, tedeschi, gli ultimi a cedere sono stati i bielorussi che ci avevano battuti in qualificazione. Bravissimi. Hanno dimostrato di essere una grande squadra’’.

Le azzurre hanno, di fatto, emulato il successo degli uomini. Anche per loro un medagliere pesante. Le giovanissime del K2 junior femminile, Irene Burgo e Agata Fantini, hanno agguantato l’argento sempre sui 1.000 metri. Susanna Cicali e Francesca Genzo, nel K2 junior 500 e 200, hanno conquistato la Medaglia di Bronzo, mentre il secondo gradino del podio (medaglia d’argento) è andato a Kara Maddalena Hummelt, nel C1 200 junior.

Questi risultati sono un messaggio per il futuro della canoa. I giovani ci sono e stanno dimostrando ogni giorno di poter “sognare” Londra 2010. Questo però è un invito ai “grandi” che proprio oggi hanno cominciato a Mantova l’ultimo periodo di raduno prima della partenza per i Mondiali assoluti a Poznan, dal 17 al 22 agosto. 

Da più parti sono arrivati i complimenti ai ragazzi, ai tecnici e alla Federazione, i primi fra tutti sono stati Oreste Perri, che con la canoa ha fatto sventolare la bandiera italiana, e Antonio Rossi, il nostro portabandiera alle Olimpiadi di Pechino.

di Armida Tondo

    Print       Email

You might also like...

Cancellate tutte le prove di canottaggio valide per le qualificazioni alla Coppa del Mondo

Read More →