Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

The Sandman

By   /   31 Luglio 2010  /   Commenti disabilitati su The Sandman

Negli anni 90 il mercato fumettistico Americano, subì un calo di vendite clamoroso, molti addetti ai lavori puntarono il dito sul ciclone editoriale Image, casa editrice mainstream che lasciava agli autori la proprietà dei propri personaggi. Onestamente il problema del fumetto made in Usa in quel periodo era la totale mancanza d’idee nuove e di originalità. Il mercato dei fumetti andava avanti da anni rinnovando solo l’aspetto grafico dei personaggi, ma dal punto di vista delle storie mancavano idee e non c’era nessuna evoluzione espressiva.

La svolta si realizzò con quella che fu definita la British invasion del fumetto Americano. Uno dei primi autori a sbarcare negli Usa fu Neil Gaiman con la serie edita dalla Dc\Vertigo intitolata: The Sandman. Il protagonista di questa serie è Sogno, uno degli Eterni (oltre a lui ci sono: Destino, Morte, Distruzione, Desiderio, Disperazione e Delirio).

Nel primo volume il lettore ha modo di conoscere Sogno e alcuni dei suoi fratelli, mentre gli altri appariranno nei successivi volumi, sette in totale. La serie si apre con “Sogno” che è intrappolato da un occultista, che in verità avrebbe voluto catturare la “Morte” per farsi donare l’immortalità.

Dopo anni di paziente attesa (per un Eterno il tempo è relativo), Sogno riesce a fuggire, e ritorna finalmente nel suo regno, che nel frattempo è caduto in rovina a causa della sua assenza forzata. Nel corso del volume vedremo il protagonista alle prese con la ricostruzione del suo regno, e alla cattura di alcuni incubi, che durante la sua assenza dal mondo dei sogni erano riusciti a fuggire.

Gaiman con questa serie riesce nella difficile impresa di proporre al pubblico Americano una serie mensile “colta” ricca di citazioni di Shakespeare. La cosa che sorprende piacevolmente è che si trattava di un periodo dove a decretare il successo di un mensile, era la grandezza del mitra del protagonista o il costume molto succinto della bella di turno.

Dal punto di vista grafico non possiamo non parlare delle copertine. Opera dell’artista Dave McKeane, che unendo foto, disegni, collage e pittura riesce a creare immagini surreali e dal grande impatto visivo, da notare l’innovativa decisione di non inserire sempre il protagonista nelle copertine, cosa mai vista prima in un fumetto seriale USA.

I disegni della serie non sono opera di un solo disegnatore, ma mantengono sempre uno stile originale che si lega bene con la trama del fumetto. Questa edizione di lusso presenta una bella copertina nera con il simbolo di Sogno incisa in oro. Altra caratteristica del volume, sono i colori interni delle tavole, che, per l’occasione, sono state ri-colorate con tecniche moderne. Da porre l’accento sul segnalibro in stoffa, che rende ancora più pregiato il volume.

Terminando un bel libro, ottimo sia dal punto di vista editoriale, che dei contenuti che tra le altre cose è impreziosito da molti contenuti extra come il “making of “ del fumetto e interviste agli autori. Insomma un fumetto che consiglio a tutti, ma soprattutto a chi si è stancato dei supereroi e vuole sperimentare una lettura di spessore maggiore.

Planeta DeAgostini
Cartonato. 496 pag. Colori. Euro 30,00

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Suoni “rosa” contro la demenza

Read More →