Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Il salotto dello sport  >  Current Article

Vittorio Rega porta il Taekwondo azzurro ai Giochi di Singapore

By   /   26 luglio 2010  /   Commenti disabilitati

La spedizione azzurra impegnata ai prossimi Giochi Olimpici Giovanili si arricchisce di un nuovo atleta. La WTF (federazione internazionale di taekwondo), in seguito alla rinuncia da parte di uno dei paesi partecipanti, ha infatti rivolto all’Italia l’invito di schierare un proprio rappresentante nella categoria -48 kg maschile. Il Coni e la Fita (federazione italiana) hanno accettato con soddisfazione questa possibilità. Una notizia che riempe di gioia il segretario generale della Fita, Angelo Cito, al quale abbiamo rivolto alcune domande.

Il recente subentro dell’Italia alle Olimpiadi di Singapore rappresenta un’ottima vetrina per il vostro sport. Come organizzerete queste settimane che ci separano dalla manifestazione?

Certamente l’inserimento dell’Italia ai Giochi di Singapore è stata una bellissima notizia. Ormai non ci speravamo più e ci apprestavamo a seguirli da spettatori, finché non è giunta la richiesta da parte della federazione internazionale di partecipare con un atleta. Immediatamente ci siamo attivati affinché si possa arrivare nelle migliori condizioni possibili. Innanzitutto è stato convocato l’atleta presso il centro di preparazione olimpica Giulio Onesti dove, sotto la direzione dello staff tecnico nazionale, ha iniziato la preparazione.

Chi è il fortunato prescelto?

L’ atleta scelto è Vittorio Rega cat. – 48 kg nato a Fondi il 5 ottobre del 1994. Si tratta di un’atleta che fa parte appunto della squadra nazionale juniores. Nella sua breve carriera ha ottenuto buoni risultati partecipando ad importanti eventi internazionali e agli ultimi campionati mondiali Juniores in Messico. Vittorio è un ragazzo che ha un ottima preparazione tecnica e anche a scuola è uno studente modello, il che non guasta. Un’atleta che incarna perfettamente lo spirito di questi Giochi.

Con quali prospettive parte Vittorio?

Lo spirito con cui affrontiamo questi giochi sono quelli indicati dal presidente Rogge, convinto sostenitore della manifestazione: la volontà di vivere quest’avventura nel pieno rispetto dei valori sportivi senza esasperare l’aspetto agonistico.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Prosecco Cycling_brindisi sul Muro di Ca' del Poggio_ph. Vettoretto_b

Il primo iscritto alla Prosecco Cycling è americano

Read More →