Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Atletica  >  Current Article

Barcellona: Il portabandiera della squadra azzurra sarà Antonietta Di Martino

By   /   25 Luglio 2010  /   Commenti disabilitati su Barcellona: Il portabandiera della squadra azzurra sarà Antonietta Di Martino

Domani sera al Parco Olimpico della città catalana, sarà Antonietta Di Martino, delle Fiamme Gialle, a portare la bandiera italiana nel corso della cerimonia d’apertura dei Campionati Europei di Barcellona. La squadra azzurra sarà rappresentata da quattordici atleti a guidarli la gialloverde Di Martino. Medaglia d’argento al Mondiale di Osaka 2007, Antonietta Di Martino, la saltatrice campana, affronterà la qualificazione dell’alto venerdì 30 luglio, le gare prenderanno il via martedì 27 luglio.

Gli atleti azzurri dopo un lungo ritiro sono pronti per scendere in pista.  Domani invece saranno impegnati nella conferenza stampa di presentazione che avrà luogo a Casa Italia Atletica, presso l’Hotel Grand Marina, Barcellona, non è una novità è l’appuntamento tradizionale pre-evento della squadra italiana.

Saranno presenti, per rispondere alle domande dei giornalisti, il Direttore tecnico Francesco Uguagliati e gli atleti: Ivano Brugnetti, delle Fiamme Gialle, 20km di marcia, Giorgio Rubino, Fiamme Gialle, 20km di marcia, Nicola Vizzoni, Fiamme Gialle, lancio del martello, Elisa Cusma, Esercito, 800 metri, Silvia Salis, Forestale, lancio del martello, Fabrizio Donato, Fiamme Gialle, alto triplo, Simone Collio, Fiamme Gialle, 100 metri, Libania Grenot, Fiamme Gialle, 400 metri.

La sua storia con l’atletica comincia all’età di 12 anni, con i Giochi della Gioventù, denotando subito un grande talento. A differenza di quello che si può pensare, il salto in alto non è la sua prima specialità. Per gran parte dell’età giovanile, infatti, Antonietta pratica il giavellotto e le prove multiple, proprio nell’eptathlon esordisce in azzurro, nella Coppa Europa del 2000.

Antonietta Di Martino, scopre le sue grandi doti di saltatrice in alto nel luglio del 2001, in occasione degli Assoluti di Catania, portando di un colpo il personale da 1.93 a 1.98 metri, eguagliando il personale di Antonella Bevilacqua, Un mese dopo, riesce a centrare la finale Mondiale a Edmonton.

Donna forte e di carattere, vive due anni di sofferenza a causa di una periostite e di un’operazione a una caviglia (2003/2005).  Nel 2006, la rinascita Antonietta torna a far parlare di se vincendo gli Assoluti Indoor ad Ancona e, soprattutto, quando ai Mondiali Indoor di Mosca si qualifica quinta, con un salto di 1.96 metri. Torna a brillare nel 2007 a Osaka quando vince la Medaglia d’Argento al Mondiale. Lo scorso giugno al Golden Gala – IAAF Diamond League 2010 la Di Martino esordisce con 1,95 mt che le vale la 4a posizione, il 21 giugno a Bergen conquista la sua prima vittoria in Coppa Europa volando a 2,00 m. Il 30 giugno, ai Campionati Italiani Assoluti di Grosseto, si laurea campionessa italiana outdoor per la sesta volta e con 2,01 m stabilisce il suo primato stagionale che è anche la terza misura mondiale dell’anno, seconda europea. Insomma, la nostra azzurra ha tutte le carte in regola per portare con orgoglio il tricolore all’apertura dei Campionati Europei di Barcellona 2010.

di Armida Tondo

 

 

foto  sito ufficiale di Antonietta Di Martino

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →