Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Singapore: arrestato scrittore britannico per libro sulla pena di morte

By   /   19 July 2010  /   Comments Off

La polizia di Singapore ha arrestato domenica lo scrittore britannico, autore di un libro sulla pena di morte nella piccola citta’ Stato.

Alan Shadrake, 75enne, e’ stato condannato a due anni di reclusione con l’accusa di diffamazione. Shadrake si trovava a Singapore per promuovere il suo ultimo libro Once a jolly hangman: Singapore justice in the dock, che nelle sue 219 pagine, comprende diverse interviste con un ex esecutore del carcere di Changi, Darshan Singh, ora in pensione, e con alcuni attivisti per i diritti umani, avvocati e ufficiali di polizia.

Le forze dell’ordine hanno rilasciato una dichiarazione nella quale specificano che l’arresto e’ avvenuto sulla base di alcune indicazioni fornite dalla Media Development Authority, ma si sono rifiutate di fornire ulteriori dettagli.

L’ufficio del procuratore generale, nell’ambito di un inchiesta per diffamazione che coinvolge l’autore, ha fatto sapere che il libro mette in dubbio l’imparzialita’, l’indipendenza e l’integrita’ del sistema giudiziario singaporense. Anche se il governo ha precisato che, per il momento, non ha ritenuto necessario bandire il libro, essendosi semplicemente limitato a “sconsigliare” alle librerie di ordinarlo o venderlo.

In un opuscolo per la promozione dell’opera si legge che Shadrake, nel suo scritto, e’ andato “oltre la facciata del silenzio ufficiale, per rivelare verita’ scomode circa l’imprudente uso della pena capitale”, evidenziando la crudelta’ e l’imprudenza dell’intero sistema giuridico.

Le autorita’ singaporensi hanno citato diverse volte, nel corso degli ultimi anni, giornalisti ed oppositori politici per diffamazione.

La pena di morte a Singapore e’ prevista per alcuni reati quali l’omicidio, il traffico di stupefacenti, e la detenzione illegale di armi da fuoco. Secondo alcune fonti governative, questa sarebbe servita a mentenere sotto controllo la criminalita’. Le stesse restrizioni sulla liberta’ di parola e di associazione sarebbero necessarie per mantenere la prosperita’ economica, l’armonia razziale e religiosa nella multietnica citta’ Stato. Con i suoi 5 milioni di abitanti, fanno inoltre sapere, Singapore registra i piu’ bassi tassi di criminalita’ a livello mondiale. In quest’ottica, qualunque affermazione che possa ledere la reputazione dei suoi leaders e’ ritenuta dannosa in quanto andrebbe ad intaccare la loro integrita’ ed abilita’ a governare efficaciemente, ed e’ dunque considerata perseguibile.

Secondo alcuni gruppi a tutela dei diritti umani, il governo ricorre spesso alle leggi contro la diffamazione per mettere a tacere le critiche.

Samr Al Aflak

    Print       Email

You might also like...

ucraina 2

Alcune brevi considerazioni sulla questione Ucraina

Read More →