Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Lebron James ha deciso: ”Vado a Miami”

By   /   9 July 2010  /   Comments Off

C’era grande attesa tra gli appassionati di basket e tra gli addetti ai lavori per la decisione riguardante la futura squadra in cui avrebbe giocato Lebron James.
La risposta è arrivata nello show televisivo andato in onda su ESPN dove Lebron, a chi gli chiedeva dove avrebbe giocato nella prossima stagione, ha risposto: ”E’ stata una decisione difficile per me ma l’anno prossimo giocherò nei Miami Heat”

James raggiunge agli Heat i suoi compagni di nazionale Dwayne Wade e Chris Bosh, con i quali ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino 2008. James non ha precisato i termini del contratto, ma ha sottolineato che per lui non è stata una decisione facile: “Cleveland è come casa per me. Mi hanno visto crescere e diventare da un ragazzo di 18 anni un uomo di 25 ma ora è tempo di vincere, e a mio avviso Miami era la miglior opportunità che mi è stata offerta per farlo da subito”.
Il miglior giocatore di basket americano, da quest’anno libero da vincoli di contratto, aveva ricevuto offerte da sei squadre: oltre a Cleveland e Miami, lo avevano richiesto New York, Chicago, New Jersey e i Los Angeles Clippers.

Grande entusiasmo e gioia nei bar di Miami per l’arrivo dell’MVP della scorsa stagione regolare.
A Cleveland, invece, va registrato il grande disappunto dei fans dei Cavs che sono arrivati addirittura a bruciare parecchie magliette col numero 23 di Lebron.
Inoltre, il proprietario dei Cavs, Dan Gilbert ha scritto una lettera piena di risentimento all’ex idolo locale testimoniando, così, l’inevitabile reazione di un uomo tradito che è venuto a sapere di aver perso il suo giocatore migliore in tv e che ora deve ricostruire la squadra per renderla di nuovo competitiva.

Grande merito di questa operazione di mercato è da attribuire al presidente dei Miami Heat, Pat Riley che è riuscito nell’impresa di trattenere l’idolo di casa Dwayne Wade e di aggiudicarsi uno dei lunghi più appetiti sul mercato dei free agent: Chris Bosh. E sono state proprio queste due importanti mosse di mercato a convincere James ad accettare l’offerta di Miami

Non si conoscono ancora le cifre del contratto di Lebron ma l’impressione è che le tre stelle potrebbero anche rinunciare a una parte del loro ingaggio per garantirsi un cast di supporto all’altezza.

Miami ora può davvero sognare in grande con una squadra dal grande talento ma che deve ancora trovare dei tasselli importanti nei ruoli di centro e nella panchina facendo però i conti con lo scarso margine rimasto a disposizione nel salary cap.

Andrea Centenari

foto: espn.com

    Print       Email

You might also like...

Volley

Parma: consegnati i premi “Atleta dell’Anno”

Read More →